Mantova, gioia Fanti: rieccola in trionfo nello slalom gigante di Roccaraso

Dopo quasi due anni di digiuno, sale sul gradino più alto del podio: «Una liberazione che coincide con la fine dei dolori al braccio»

ROCCARASO (L’Aquila). Finalmente una vittoria, quella che mancava da quasi due anni ormai. Francesca Fanti torna sul gradino più alto di una gara Fis e lo fa nel primo dei due slalom giganti previsti sulle nevi di Roccaraso. È una liberazione per la sciatrice mantovana il ritorno sul gradino più alto del podio, dopo diverse settimane condizionate da un fastidioso infortunio rimediato ai primi di dicembre e di un anno solare che, dopo la gioia dell’esordio in Coppa del mondo, le aveva regalato l’amarezza dell’esclusione dal giro della Nazionale.

«È stata una vera e propria liberazione – conferma l’atleta delle Fiamme Gialle – nelle prime gare dopo l’infortunio ho fatto molta fatica ma ultimamente la mia crescita era evidente. Ero già andata bene sia nelle prove in Slovenia che in Svizzera, dove mi ero piazzata seconda a un solo centesimo dalla vittoria. Un risultato che mi aveva lasciato molto amaro in bocca ma finalmente qui, nella prima di alcune prove Fis previste sugli Appennini, ce l’ho fatta». La scorsa settimana tra l’altro in Val Palot (Brescia) Francesca era tornata a cimentarsi anche nello slalom, ottenendo due buoni piazzamenti (12esima e quarta).


«Ed ero molto soddisfatta perché in slalom mi mancavano molti passaggi, finché avevo dolore al braccio non ero riuscita a cimentarmi tra le porte strette – spiega – . L’importante era ritrovare questa benedetta vittoria. Ho rotto il ghiaccio e da qui a fine stagione voglio vivermela gara dopo gara, con l’atteggiamento giusto per fare altri risultati e migliorare il mio ranking in vista della prossima stagione». Francesca sarà di nuovo in pista oggi, sempre a Roccaraso, per un altro gigante. Poi due slalom a Sestola (Modena).




 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi