Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, ora serve una conferma, poi sogno playoff

Dopo il riscatto di Imola, mercoledì 3 marzo esame di continuità sul campo dell’Arezzo. Guccione dovrebbe farcela, in prova oggi arriva il 22enne portiere Vencato 

MANTOVA. Il Mantova, dopo essere uscito dal tunnel della crisi grazie al successo rotondo di Imola (5-1) può guardare al finale di campionato con maggiore serenità. I biancorossi, che in realtà non sono mai stati in lotta per la salvezza in questo campionato, sono ora a quota 37 in classifica, con la bellezza di 12 lunghezze di vantaggio sulla zona playout. La matematica non c’è ancora, ma la realtà è che la salvezza la squadra sembra avercela già in tasca.

E a questo punto è doveroso volgere lo sguardo in avanti e cominciare a sognare di centrare l’obiettivo playoff. Va ricordato infatti che agli spareggi per la serie B accederanno le squadre classificate fino al decimo posto, più l’undicesima del girone in cui la quarta avrà il miglior punteggio. Il Mantova, che occupa un posto nella zona playoff fin dalla settima giornata di campionato, se il torneo finisse oggi sarebbe dunque qualificato agli spareggi. E questo posto dovrà provare a difenderlo da qui al termine della stagione, magari tentando anche di migliorare l’attuale decima posizione.


L’impresa non è impossibile, visto che davanti c’è una Sambenedettese in crisi (e forse anche con problemi legati agli stipendi) e che alle spalle i biancorossi hanno formazioni come Matelica (-1), Fermana e Gubbio (-6 ma con una gara da recuperare) che appaiono alla loro portata.

Ma è chiaro che per ambire ai playoff l’Acm dovrà prima dimostrare, fin da mercoledì ad Arezzo, di aver superato definitivamente il momento di appannamento e ritrovato l’entusiasmo che l’aveva portata a essere, nel girone di andata, la grande sorpresa del campionato.

Lo stesso patron Setti (la cui presenza sabato a Imola è stata significativa) aveva definito «cruciale» la permanenza in categoria, aggiungendo che «se sarà possibile, proveremo anche a mirare più in alto».

E dalla società arriva un altro segnale confortante: visto il lungo infortunio di Tozzo, infatti, da oggi arriverà in prova il 22enne portiere Enrico Vencato. Il giovane, scuola Verona, è svincolato dopo aver giocato le ultime quattro stagioni in D: prima a Vigasio (17 partite), poi a Belluno (15 gare) e quindi a Este (7 presenze due anni fa, 17 nel 2019-2020). Vencato potrebbe quindi diventare il numero 12 biancorosso dietro a Riccardo Tosi.

Per quanto riguarda la squadra, i tre punti conquistati contro l’Imolese hanno riportato il sorriso e ciò consentirà di preparare al meglio la gara di mercoledì ad Arezzo. Una sfida strana, visto che i biancorossi avranno di fronte sì il fanalino di coda, ma anche una rosa che potenzialmente è fra le migliori del campionato. Dopo infinite peripezie e un mercato continuo che ha ripetutamente stravolto il gruppo, ora l’Arezzo sembra aver trovato la quadra e non a caso è reduce dalla prima vittoria interna (a spese del Matelica) e dal pari di ieri a Trieste.

Servirà dunque il miglior Mantova per far risultato in Toscana. Al riguardo, l’allarme per Guccione (uscito zoppicando a Imola) pare rientrato: il capitano ha subìto una botta alla coscia ma lo staff medico conta di metterlo a disposizione di mister Emanuele Troise.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi