Staff, Infante: «A Voghera vittoria del gruppo. Oggi coltello tra i denti anche contro Trapani»

Il centro sta vivendo un ottimo momento: «Sto bene anche grazie alla fiducia del coach, dobbiamo restare uniti»

MANTOVA. Il successo con Tortona non deve rimanere un semplice episodio. Oggi alle 12 Mantova ha bisogno di dare continuità all’impresa di domenica e per farlo servirà un’altra gara di alto livello contro Trapani. Le due squadre torneranno ad affrontarsi dopo appena una settimana ma in soli sette giorni l’inerzia degli Stings è cambiata completamente.

«Con Tortona è stata una vittoria voluta da tutto il gruppo - commenta il centro Luca Infante -. Abbiamo preparato bene la gara pur avendo poco tempo per farlo, ci siamo presentati coi giusti attributi senza aver mai mollato. Questo successo è un segnale evidente della nostra crescita, ora dobbiamo rimanere sul pezzo. Ci aspetta un’altra sfida fondamentale: dobbiamo rimanere uniti e remare nella stessa direzione». Infante è stato tra i migliori biancorossi nelle ultime uscite con 23 punti nelle recenti tre partite: «Sto bene a livello atletico e per questo devo ringraziare coach Di Carlo. Da quando è arrivato a Mantova sento la sua stima e insieme stiamo cercando di guidare la squadra verso la salvezza mettendo in campo un basket che sia divertente per il gruppo». Ora c’è (di nuovo) Trapani: «Il risultato dell’andata è bugiardo, abbiamo lottato tanto pur commettendo alcuni errori. Dobbiamo entrare in campo a testa alta e pronti a giocarcela col coltello tra i denti in difesa proprio come fatto con Tortona».


Coach Gennaro Di Carlo attacca ringraziando la sua squadra per la vittoria di Voghera: «I ragazzi sono stati straordinari, ci siamo presentati in campo con l’idea di provare a cogliere la vittoria - dichiara il tecnico -. La squadra ha risposto alla grande, è la partita in cui abbiamo mostrato più coesione da quando sono arrivato qui. È un segnale importante che conferma la crescita del gruppo. Dobbiamo sempre migliorare, in particolare dobbiamo rivedere gli ultimi 4 minuti per capire cosa è andato storto nella gestione del vantaggio. In questi momenti però non ci siamo disuniti, ci serviva una prova di questo tipo per riacquistare consapevolezza nella nostra forza». A differenza di sette giorni fa, la Staff potrà contare su capitan Ghersetti: «Mario è un’arma in più dal punto di vista delle rotazioni e della tattica. Trapani è in ottima condizione, nella gara con Orzinuovi ha mostrato una capacità offensiva importante. Noi vogliamo continuare a lavorare sulla nostra identità difensiva e anche con Trapani ci aggrapperemo a questo nostro marchio di fabbrica. Dobbiamo produrre sempre più buone difese, mi aspetto ancora un piccolo passo avanti per cercare un successo fondamentale per la salvezza». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Italian Tech Week 2022, a Torino le idee che migliorano il futuro

La guida allo shopping del Gruppo Gedi