Viadana, Casado Sandri: «Contro le Fiamme Oro errori in cose semplici»

Il mea culpa del n.8 giallonero per la sconfitta di Roma: «Sabato arriva il Mogliano: sfruttiamo il loro gioco aperto»

VIADANA. La maglia n.8 sembra averla cucita addosso. Lautaro Casado Sandri è uno dei punti fermi deL Viadana. Un posto da titolare difeso a suon di prestazioni positive, con un attaccamento ai colori gialloneri non indifferente.

«Noi argentini siamo così - spiega -. Ci ritroviamo in tanti in una squadra e la "colonizziamo" positivamente, arrivando a lottare per quella maglia come se fosse quella del club dove siamo cresciuti in patria». Casado Sandri è da tre anni in Italia. La prima esperienza a Prato, prima di queste due stagioni in giallonero. «Quest'anno abbiamo cambiato il nostro piano di gioco. L'obiettivo di inizio anno era fare di tutto per crescere, migliorando in campo e sotto l'aspetto mentale. Se si guardano le prime e le ultime nostre partite, si notano molti cambiamenti. Grandi meriti sono di Fernandez. Per prima cosa è una brava persona. Poi ha un'esperienza incredibile, sa tantissimo di rugby. Il suo merito è quello di lavorare con attenzione sui dettagli». Dettagli che hanno segnato il ko con le Fiamme Oro. «Ho riguardato la partita: ci sono stati fatali gli errori nelle cose semplici. A mio avviso nel complesso non abbiamo giocato male e ho visto cose buone sia in difesa che in attacco. Peccato aver agevolato con le nostre imprecisioni le mete dei rivali».


Sabato alle 16 allo Zaffanella lo scontro diretto con Mogliano. I veneti, quinti, precedono i gialloneri di 4 lunghezze. Del gruppo dei prossimi rivali fanno parte gli ex Ormson e Garziera, ai box nelle ultime settimane. «Una formazione che prova sempre a giocare, con giocatori intelligenti e dalle buone mani. Mi aspetto una gara equilibrata tra due formazioni propositive. Rischiano di più rispetto alle Fiamme Oro, giocano in velocità, spostano la palla da lato a lato. Quando serve, però, possono contare su una mischia forte che consente loro di fare bene anche quando c'è da chiudere il gioco». Un pensiero è sempre destinato a Ramiro Finco. «Siamo tutti molto colpiti ma pensiamo a lui in maniera positiva. Siamo tutti una famiglia e quando qualcuno di noi sta male, siamo pronti a lottare ancora di più». Sabato sono tre i recuperi. La gara del Viadana sarà diretta da Boraso di Rovigo. Alle 15 Valorugby-Lazio (Franco di Pordenone) e Petrarca-Colorno (Schipani di Benevento).

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In volo sull'antichissima Fiera delle Grazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi