Punte all’asciutto senza rigori: Cheddira l’ultimo a segnare

Da un mese solo Zibert in gol non dal dischetto Ganz non va in rete su azione da novembre 

l’analisi

Per spuntarla nella volata playoff al Mantova serve ritrovare la sua verve offensiva. Se è vero infatti che l’Acm con 46 gol all’attivo è la quinta squadra più prolifica del campionato, lo è altrettanto che da un mesetto a questa parte i biancorossi non segnano moltissimo (7 reti in 6 turni) e soprattutto faticano a farlo senza rigori (4 gol dal dischetto e soltanto 3 su azione).


Il tridente formato da Guccione (capocannoniere del torneo con 15 gol), Ganz (10) e Cheddira (8) è fra i reparti top del campionato con 33 reti realizzate e meglio hanno fatto soltanto le punte del sorprendente Matelica (Volpicelli, Moretti e Leonetti) con 34.

Ma i cannonieri biancorossi nell’ultimo periodo hanno un po’ le polveri bagnate. L’ultimo a segnare su azione (o meglio su azione da palla inattiva, visto che si tratta di un colpo di testa su corner) è stato Cheddira il 3 marzo scorso in Arezzo-Mantova 1-1. Da allora lo stesso Cheddira (1) e Guccione (3) hanno sì timbrato il cartellino in più circostanze, ma soltanto su penalty.

Zigoni (unica rete in biancorosso) e Di Molfetta (su rigore) avevano segnato invece il 27 febbraio nella goleada (5-1) sul campo dell’Imolese. E a quella gara risale anche l’ultima rete su azione di capitan Guccione.

Ganz, che nelle settimane scorse ha comunque saltato cinque partite per infortunio, non va in gol dal 15 febbraio, quando trasformò un rigore nell’1-1 con la Sambenedettese. E non segna su azione addirittura dal 29 novembre, quando firmò una doppietta per il successo (2-1) sul Ravenna. Recuperarlo alla condizione di inizio campionato sarebbe dinque fondamentale.

Insomma, per le ultime gare di campionato e anche in ottica playoff è auspicabile che il Mantova ritrovi lo slancio offensivo che l’ha caratterizzato per tutta la stagione. Anche perché quella biancorossa non è decisamente una squadra capace di mandare in gol con facilità centrocampisti e difensori. Un po’ per tipologia di gioco e un po’ per caratteristiche degli stessi calciatori.

I numeri al riguardo sono decisamente eloquenti. Delle 46 reti segnate finora, ben 39 sono state firmate da attaccanti (a quelle di Guccione, Ganz e Cheddira vanno aggiunte le 3 di Di Molfetta e quelle singole di Zigoni, Zappa e Rosso). Il bomber di scorta è soltanto il centrocampista Zibert, con 4 gol all’attivo divisi in due doppiette, poi hanno contribuito con una rete a testa Saveljevs e i difensori Baniya e Zanandrea. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi