Castellana è fatta per Novellini: doppio ruolo, sarà il ds e il dg

Ufficiale l’accordo con l’ex Sporting: «Bello lavorare per il club del mio paese»

CASTEL GOFFREDO. L’accordo era nell’aria ormai da diverse settimane, ieri però sono arrivati i crismi dell’ufficialità: Alessandro Novellini è il nuovo direttore sportivo della Castellana. A siglare l’accordo lo stesso ex tecnico dello Sporting Club e i vertici della società con Michele Pederzani che ha ceduto a Novellini anche la poltrona di direttore generale.

Questo perché il nuovo arrivato in biancazzurro non si occuperà solamente della prima squadra, ma dovrà anche sovraintendere il lavoro del settore giovanile. E proprio il vivaio resta uno dei punti focali della squadra che fa base in via Svezia, con Novellini che nelle prossime settimane, sperando anche in un’attenuazione delle restrizioni causate dalla pandemia, inizierà a incontrare tecnici e accompagnatori: «Dopo le splendide stagioni con lo Sporting Club – afferma a margine della riunione lo stesso Novellini – ho deciso di fare un passo fuori dal campo per avere più tempo. Collaborare con la Castellana per me è un grande orgoglio perché mi darà la possibilità di misurarmi con un nuovo ruolo in una piazza importante per il calcio provinciale. Inoltre è la squadra del mio paese d’origine, motivo in più per dare il massimo partendo però da quanto c’è già di buono in questa realtà».

Grande la soddisfazione del club. Il dirigente Michele Pederzani spiega come è nato il contatto con Novellini: «Ci conosciamo da tempo – afferma – e già lo scorso anno avevamo intavolato un discorso sul tema. Lui poi ha preferito proseguire con il cammino di allenatore allo Sporting, ma ci siamo rinnovati la stima e la volontà di risentirci. Così è stato: Alessandro voleva un ruolo meno impegnativo, meno pressante dal punto di vista operativo sul campo. Da parte nostra volevamo trovare una figura di fiducia in grado di farci fare un passo avanti. Ecco quindi che in pochissimo tempo ci siamo accordati».

Novellini quindi affiancherà le figure già inquadrate nell’organigramma biancazzurro e parallelamente inizierà a costruire la rosa della prima squadra: «Un ruolo dirigenziale a 360 gradi – conferma Pederzani – con la possibilità di inserirsi in una società come la nostra che ha una storia importante. Affiancherà figure tecniche come Varoli e Pavesi». Sulla squadra di Promozione invece ci sarà da ripartire dal gruppo che, causa Covid, non si è potuto esprimere in questa stagione. Il primo punto sarà quello della guida tecnica. Pochi dubbi in merito: Alessandro Cobelli verrà confermato come allenatore. Probabile un incontro nei prossimi giorni per ratificare l’accordo e iniziare a ragionare sulla rosa.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi