La Staff Mantova ha il destino in mano: se batte Orzinuovi è salva

I bresciani stesi a Treviglio: con un nuovo ko sabato gli Stings andranno a lottare per i playoff. Pure Casale, sconfitto da Torino, non potrebbe più superare un Mantova vincente

MANTOVA. La Staff Mantova alza i giri in vista della sfida cruciale di sabato 10 aprile contro Orzinuovi. Il recupero vincendo il quale gli Stings aggancerebbero la nona posizione che significherebbe salvezza diretta e possibilità di lottare per i playoff, dopo aver giocato la fase a orologio nel gruppo azzurro con settima e ottava classificate e con le tre speculari del girone rosso.

Un successo contro la squadra bresciana sarebbe infatti sufficiente per evitare di finire nel gruppo blu della seconda fase che vedrà decima, undicesima e dodicesima classificate dei due gironi. Gruppo blu che decreterà la salvezza per le prime quattro squadre mentre le ultime due andranno ai playout. Tutto questo è stato reso possibile dalle sconfitte di Casale Monferrato e Orzinuovi nei recuperi del 7 aprile. I piemontesi hanno ceduto il derby contro Torino 59-81 (12-30, 26-51, 43-59), lasciando anche la nona piazza proprio agli Stings: appaiate a quota 22 punti, tra le due squadre la Staff vanta la doppia vittoria in stagione regolare. Ora a entrambe manca una partita contro lo stesso avversario: Orzinuovi. Se Mantova sabato 10 aprile vince con i bresciani renderebbe ininfluente l’eventuale successo esterno dei piemontesi il 17 aprile contro l’Agribertocchi.


Orzinuovi il 7 aprile è stata battuta 90-83 (21-30, 45-43, 64-63) a Treviglio, restando quindi a quota 20 punti. Se perde anche sabato alla Gp Arena potrà al massimo agganciare Mantova vincendo i due recuperi rimasti, ma sarebbe dietro per aver perso gli scontri diretti.

Tornando alla Staff, la squadra si sta allenando al meglio e al completo: anche Davide Bonacini, rimasto in panchina precauzionalmente venerdì scorso al test di Verona contro la Tezenis, è tornato a lavorare a pieno regime dopo il piccolo guaio muscolare a un polpaccio.

Ieri il terzo recupero in programma è finito con la vittoria dell’Orlandina su Bergamo 73-72 (14-19, 34-41, 52-55) in una gara che ha visto i padroni di casa siciliani sempre a rincorrere. Capo d’Orlando, che ieri ha chiuso la stagione regolare, sale pure a quota 22 ma è dietro Mantova poiché ha perso entrambe le sfide. Bergamo resta ultima a quota 16 con due gare ancora da giocare.

Sabato 10 aprile la sfida tra Staff e Orzinuovi sarà l’unica del girone verde. La serie di recuperi per completare la stagione regolare proseguirà domenica con Bergamo-Torino e Udine-Tortona. Mercoledì 14 aprile sono previste Torino-Bergamo e Orzinuovi-Urania Milano. Infine sabato 17 aprile fari su Udine-Trapani, Verona-Torino e Orzinuovi-Casale Monferrato. Domenica 25 aprile prenderà il via la seconda fase a orologio.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi