Contenuto riservato agli abbonati

È l’ultimo tango al Martelli Mantova: rialzare la testa per evitare un altro casquè

Arriva la Vis Pesaro, obiettivo tre punti per blindare un posto nei prossimi playoff Fuori causa Bianchi, Checchi e Lucas, a centrocampo c’è il rientro di Gerbaudo

MANTOVA. L’ultimo giro di tango al Martelli. Il Mantova si appresta a vivere una notte di adrenalina contro la Vis Pesaro. Sì, perché c’è da onorare fino in fondo il campionato e soprattutto la maglia in uno scontro fondamentale in ottica playoff. Con la vittoria potrebbe infatti aprirsi la porta della qualificazione matematica agli spareggi per la serie B.

Un traguardo importante che permetterebbe alla squadra di misurarsi con realtà affamate senza aver nulla da perdere e tutto da guadagnare. Ma per farlo occorrerà gestire al meglio le risorse in questi ultimi 180 minuti di regular season, con la Vis Pesaro come primo esame da affrontare. Un esame complicatissimo, più che altro per i problemi di classifica che affliggono i marchigiani.

La squadra di Di Donato si è complicata la vita da sola e ora deve difendere il posto al sole attuale che garantirebbe la permanenza in C senza playout. Non potrà quindi venire a Mantova in gita di piacere, anche perché un orecchio sarà rivolto al Legnago che insidia proprio la Vis.

Non che il Mantova possa affrontare l’incontro con la leggerezza dei tempi migliori. C’è da migliorare lo score casalingo, vero e proprio tallone d’Achille per la formazione di Troise. Il record negativo di 7 sconfitte al Martelli è una macchia nella stagione fin qui più che sufficiente dell’Acm.

Altre statistiche da ritoccare in positivo? Il Mantova non vince dalla gara con il Ravenna (fine marzo) e in casa non esulta dal 17 marzo (3-2 alla Virtus Verona). La gara con i veronesi è stata anche l’ultima con una rete virgiliana su azione. Dati non certo incoraggianti che si uniscono alle ultime prestazioni altalenanti.

Per quanto riguarda la formazione si va per esclusione (viste le assenze) e per deduzione (vista l’immancabile pretattica offerta in settimana e il 24 aprile nelle dichiarazioni da Troise). Non ci sarà lo squalificato Bianchi, out anche gli infortunati Checchi (ma potrebbe stringere i denti per la panchina), Lucas, Militari e Baniya.

Rientra Gerbaudo che troverà posto a centrocampo al fianco di Zibert. Visto l’assetto della Vis e le caratteristiche dei giocatori a disposizione è presumibile immaginare un Mantova con il 4-4-2 (o 4-3-1-2 nel caso Guccione venga spostato nel ruolo di fantasista). 

Video del giorno

Australia, canguro cade in un lago: due passanti si gettano nelle acque gelide e lo salvano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi