Castiglione, il terzo ko pesa meno degli altri: il Leon vince ma soffre

I rossoblù subito in vantaggio con Mangili poi la rimonta. Infortunio a Maccabiti, palo di Guagnetti. Manini espulso

VIMERCATE (Monza e Brianza). Peccato. E’ l’unica parola che viene in mente nel descrivere il terzo ko subìto dal Castiglione. Nella tana del Leon, capolista del campionato, i rossoblù sbloccano la sfida, poi si fanno raggiungere e superare per effetto di 20’ minuti da incubo. La ripresa è un monologo in cui il Castiglione sfiora il possibile 2-2, costringendo sulla difensiva per oltre 45’ la corazzata brianzola. Manini opta per un 4-1-3-2, lanciando Fantoni come regista arretrato e in attacco Maccabiti ed Ekuban. L’avvio è scoppiettante: al 6’ i rossoblù passano con un colpo di testa di Mangili su cross di Cigala, che raccoglie una sponda di Ekuban.

Non dura nemmeno 1’ l’1-0: su una palla verticale Mangili e Mambrin si scontrano, Jacopo Ferrè è in agguato, si porta in area e incrocia di destro per l’1-1. I brianzoli a questo punto salgono in cattedra e la retroguardia del Castiglione vede le streghe. Su un cross di Schiavo coglie il palo Bonseri di testa. Lo stesso Bonseri si invola approfittando di un malinteso Guagnetti-Fantoni: Piccinardi sventa. Altra palla a scavalcare: è il solito Bonseri a ricevere e liberare un velenoso diagonale, il palo gli dice ancora di no.


Il vantaggio del Leon arriva al 25’: Achenza affonda sulla destra, Guagnetti va a contrastarlo in area e l’arbitro assegna il rigore. Se ne incarica Andrea Ferré, che spiazza Piccinardi e che compie un altro miracolo su Moreo, mentre il Castiglione reclama per un presunto fallo di mano su una mischia in area. Nella ripresa i ritmi calano e il Leon sparisce dal campo. Il gioco lo fa il Castiglione, che mette in difficoltà la difesa brianzola.

Al 9’ scambio tra Ghirardi (che ha rilevato l’infortunato Maccabiti) ed Ekuban: la palla arriva a Fantoni, che conclude a lato. Al 19’ ci prova Ekuban, già pericoloso con un'azione individuale, a colpire al volo una palla vagante in area: para Martignoni. Al 34’ l’occasione più limpida: da corner svetta Guagnetti di testa, palo. Nel finale assalto rossoblù, con tante mischie in area sempre sventate dalla difesa del Leon. Nel frattempo Manini, infuriatosi per un fischio dubbio dell’arbitro, viene espulso. La cosa che non deve fare il Castiglione ora è guardar la classifica. Al Lusetti arriverà un lanciato Prevalle, serve fare risultato per dare fiducia a un gruppo che ha raccolto meno di quanto meritato.

Video del giorno

Tra i fiumi e le Gole dell'Alcantara, il canyon siciliano che rischia di scomparire

La guida allo shopping del Gruppo Gedi