Staff, il sogno playoff ricomincia da Ravenna. La seconda fase parte con l’ostacolo più duro

Un anno fa la vittoria esterna prima dello stop. Domanica 25 aprile arrivano i favoriti romagnoli: Cinciarini, Givens e Matic i big

MANTOVA. Dalla fine del sogno a un nuovo inizio: l’incrocio contro Ravenna sembra scritto dal destino. Proprio contro l’Orasì, il 23 febbraio 2020, si era interrotto il sogno playoff per gli Stings. La Staff vinse 71-68 fuori casa una delle partite più belle della sua stagione contro l'allora capolista del girone e sembrava lanciata verso un finale di stagione da grande protagonista. La gara si giocò in un’atmosfera surreale, con alcune partite rinviate e i primi contagi da Covid che si stavano registrando proprio in quelle ore.

Adesso la Staff vuole ricominciare a sognare e a imporre il suo ritmo nella prima partita della fase a orologio.


Rispetto all’incontro di 14 mesi fa, Mantova e Ravenna sono profondamente cambiate. Nuovi giocatori e nuove prospettive ma stessa mentalità. Come allora, infatti, le due squadre hanno una forte identità difensiva e fanno del gruppo una delle loro armi principali. Da entrambe le parti non c’è un vero e proprio go-to-guy. Soprattutto dall’arrivo di Veideman al posto di James, Mantova ha espresso un gioco corale in cui ogni giocatore è fondamentale per raggiungere il successo. Ne è stato un esempio la vittoria contro Orzinuovi con 102 punti segnati e 7 giocatori in doppia cifra.

Anche Ravenna, dopo la firma del play sloveno Matic Rebec al posto di Ra’shad James, ha lavorato tanto sulla circolazione di palla e sul gioco di squadra. Il regista ravennate segna 10.8 punti e smista 6 assist a partita. Da notare anche come i romagnoli siano anche la terza squadra del girone Rosso per assist distribuiti (15.3 ogni 40 minuti, fanno meglio solo Scafati con 17.5 e Ferrara con 16.6). Oltre a Matic, tra i giocatori da tenere d’occhio nelle fila di Ravenna ci sono anche Daniele Cinciarini e Samme Givens. Il primo, guardia classe 1983, sta disputando una delle sue migliori stagioni in carriera con 15.3 punti a partita (miglior marcatore dei giallorossi) e un season high di 40 punti siglato con Scafati. Givens, invece segna quasi 14 punti di media col 60% nei tiri da 2 e chiude spesso le proprie gare in doppia cifra anche nei rimbalzi.

Sia Mantova che Ravenna sono reduci da un ottimo momento di forma. La Staff ha chiuso la regular season con quattro vittorie nelle ultime cinque partite mentre l’Orasì ha fatto addirittura meglio con sette successi nelle ultime otto sfide. Viste le sole 6 partite previste da oggi al 16 maggio, è chiaro che ogni gara conta davvero tanto. Con 4 punti già acquisiti, una vittoria per gli Stings significherebbe fare un passo importante verso la fase dei playoff in cui si lotta per la serie A. 
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Le urla di Renato Zero davanti all'hotel di Giorgia Meloni: "E' un regime, str***i! Votate la me**a che siete"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi