Contenuto riservato agli abbonati

Staff Mantova tra cerotti e voglia di volare, Di Carlo: «Con Cento è la prova di maturità»

Il tecnico non si sbilancia sulle condizioni di Ceron e Cortese. Infante: «Dopo Ravenna pronti a tornare al successo»

MANTOVA. La Staff Mantova affronta la Tramec Cento per il secondo match ball per accedere ai playoff. Una vittoria con gli emiliani stasera alle 18 alla Grana Padano Arena darebbe agli Stings la matematica certezza di chiudere la fase ad orologio tra le prime quattro in classifica.

Cento è già stata battuta 74-60 nella gara d’andata, ma quella di stasera si prospetta come una partita molto più complicata per una serie di fattori. Prima di tutto, la questione infermeria in casa Stings.


Nella conferenza stampa di presentazione dell’incontro coach Gennaro Di Carlo non si è sbilanciato sulle disponibilità di Riccardo Cortese e Marco Ceron. Il primo è uscito nel finale di partita con Ravenna per un problema al ginocchio, mentre il secondo ha lasciato il campo nell’ultimo quarto per un dolore tendineo.

Entrambi i giocatori saranno valutati dallo staff medico in queste ore e verrà deciso solo all’ultimo minuto se schierarli o meno. Inoltre, il peso specifico della partita è notevolmente superiore per Cento. Per la Tramec, quinta del girone a 6 punti, si tratta dell’ultima occasione per acciuffare i playoff. In aggiunta, la formazione di coach Mecacci ha ritrovato Tekele Cotton, l’esterno americano assente nella sfida d’andata.

Il pivot biancorosso Luca Infante presenta l’incontro: «Ci aspetta una gara tosta, dobbiamo evitare errori banali e di concentrazione – dichiara il centro campano –. Nella partita d’andata siamo stati bravi a compattarci nelle difficoltà, dobbiamo dare il massimo fino all’ultimo secondo. Veniamo da una sfida ruvida sul piano fisico. Quella con Ravenna è stata una battaglia e siamo rimasti in partita fino a 30 secondi dalla fine contro una squadra ben allenata. Non ci siamo abbattuti, vogliamo entrare nei playoff».

Coach Di Carlo si sofferma sul rientro di Cotton: «Col suo inserimento, Cento ha un assetto diverso – ammette il tecnico virgiliano –. L’americano ha atletismo, fisicità e tanta fiducia nell’attaccare il ferro. Inoltre, mette tanta intensità in difesa e dà ritmo alla squadra. La conduzione della gara con Ravenna è stata positiva, il finale è stato deciso da episodi come la tripla di Rebec e l’infortunio di Cortese. Siamo stati sfortunati, con Cento mi aspetto maturità e consistenza. Dobbiamo sempre ricordarci il periodo buio di due mesi fa, per questo raggiungere i playoff sarebbe un risultato incredibile. Sono sicuro che dopo il ko con Ravenna la squadra tornerà ad esprimere la stessa determinazione e voglia che ha caratterizzato le nostre vittorie recenti».




 

Video del giorno

Segni, “On the Road” racconta la crescita tra musica e acrobazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi