La Staff a Pistoia punta al secondo posto Weaver lancia la sfida ai lunghi Poletti e Sims

Il ritrovato americano degli Stings potrebbe essere l’arma in più per vincere ed evitare una big all’esordio dei playoff

MANTOVA. La Staff Mantova chiude il girone azzurro e la seconda parte della stagione regolare al PalaCarrara contro Pistoia. Entrambe le squadre sono già certe dei playoff e la gara di stasera servirà a stabilire il posizionamento finale nel girone e, di conseguenza, nella griglia degli spareggi.

L’obiettivo degli Stings è vincere per cercare di terminare al secondo posto e sperare in un abbinamento (sulla carta) migliore. In caso di sconfitta, infatti, i biancorossi potrebbero terminare al terzo o quarto posto e ciò significherebbe rischiare di incrociare Napoli o Torino ai quarti di finale. La prima ha vinto la Coppa Italia e ha dominato il girone rosso mentre i piemontesi hanno già sconfitto due volte gli Stings, l’ultima lo scorso 7 marzo alla Grana Padano Arena per 85-52 (peggior sconfitta interna di Mantova in A2). Gli Stings sarebbero secondi anche perdendo entro i 3 punti ma se Ravenna perde con Trapani. In caso di arrivo a pari punti con Pistoia e Ravenna farà fede il quoziente canestri avendo tutte e tre 4 punti nella classifica avulsa.

A prescindere dall’abbinamento, come ha sottolineato coach Gennaro Di Carlo in conferenza stampa, Mantova deve vincere per dare un significato concreto al suo processo di crescita. Secondo il tecnico, i virgiliani valgono il secondo posto ed effettivamente i risultati degli ultimi mesi confermano l’idea. La Staff ha vinto 8 delle ultime 10 partite e ha perso solo una gara casalinga (quella con Torino, appunto) nella gestione Di Carlo. Con il coach campano in panchina gli Stings hanno una percentuale di vittorie del 63%, un valore che, in teoria, avrebbe permesso alla Staff di chiudere al terzo posto il girone verde.

La crescita di Mantova è passata anche per un forte aumento dell’autostima in tutti i giocatori. Come si dice spesso “vincere aiuta a vincere” ed effettivamente la fiducia della squadra sembra un’altra cosa rispetto a quella di due mesi fa. Conquistare un altro successo significherebbe accedere ai playoff con ancora più entusiasmo. Questo, unito all’assenza di pressioni, potrebbe fare la differenza anche contro la più organizzata delle corazzate.

Intanto, però, c’è Pistoia, una squadra che ha messo in grande difficoltà gli Stings all’andata con una costante difesa a zona. Il duello più affascinante sarà quello sotto le plance dove un ritrovato David Weaver sfiderà due lunghi di qualità come Poletti e Sims. Da capire se Mantova avrà a disposizione Cortese e Ferrara fisicamente al 100% o se preferirà preservarli per le gare dei playoff. Quello dal PalaCarrara, comunque, si preannuncia come un banco di prova importante da non fallire per tenere alta l’energia in vista della parte più bella della stagione al via la prossima settimana.

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi