Contenuto riservato agli abbonati

Finelli: «Contro Torino la Staff deve giocare gare speciali»

Alex Finelli quando era allenatore della squadra biancorossa 

L’accoppiamento con Torino è forse il più complicato di sempre nella storia degli Stings ai playoff. La Reale Mutua è la testa di serie n.1 del tabellone argento e per batterla tre volte serviranno delle prestazioni perfette

MANTOVA. L’accoppiamento con Torino è forse il più complicato di sempre nella storia degli Stings ai playoff. La Reale Mutua è la testa di serie n.1 del tabellone argento e per batterla tre volte serviranno delle prestazioni perfette.

Come si batte Torino? Ne sa qualcosa Alex Finelli, coach di Scafati a Mantova tra il 2018 e il 2020 rimasto nei cuori dei tifosi. La formazione campana ha superato Torino in trasferta 95-89 all’overtime nella fase a orologio. «Torino è una squadra completa e fortissima in ogni ruolo - esordisce Finelli -. Un avversario duro. Con tutto il rispetto per la società e per il roster degli Stings, Scafati può contare su rotazioni più ampie e con potenzialità importanti. Per noi e per qualsiasi altra squadra battere i piemontesi tre volte in cinque gare sarebbe davvero difficile. Per sconfiggere Torino la Staff deve giocare gare speciali e deve pareggiare l’intensità e la fisicità avversarie. Occorrono percentuali alte in attacco, soprattutto da tre punti, per sorprenderli. Certo, gli Stings possono giocare con meno pressioni rispetto agli avversari».

Lo striscione di incoraggiamento dei tifosi degli Stings affisso alla Grana Padano Arena alla vigilia dei playoff

La Staff si presenterà ai playoff nel momento migliore della sua stagione: «Di Carlo ha dato intensità difensiva e vittorie come quelle di Udine e Tortona hanno aumentato l’autostima del gruppo. La crescita di Maspero? Me l’aspettavo, è un lavoratore eccezionale ed è un giocatore da confermare anche per le prossime stagioni. Con Cappelletti di Torino sarà una sfida tra i migliori play del campionato».

Anche Scafati è tra le candidate alla promozione: «La società ci ha fatto due grandi regali. Frank Gaines può avere un impatto importante nei playoff mentre l’inserimento di Riccardo Cervi (al rientro dopo un infortunio, ndr) ci darà minuti di qualità sotto canestro. La rivelazione dei playoff? Occhio a Ravenna e a Ferrara, due squadre che mi hanno impressionato nel girone rosso».

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi