Mantova, la dirigenza svela i piani per il prossimo torneo: «Obiettivo mantenere la categoria»

Copyright 2021 Stefano Saccani, all rights reserved

Conferenza stampa a 360 gradi con i vertici biancorossi pronti alla nuova stagione. Cheddira non resterà, speranze per Di Molfetta. E Bellodi Jr è un obiettivo concreto

MANTOVA. Conferenza stampa lunga, ad ampio respiro quella svoltasi questa mattina, lunedì 14 giugno, in viale Te. I dirigenti del Mantova hanno esposto i piani per la prossima stagione agonista, la seconda consecutiva dell’Acm in serie C.

Il Mantova di Masiello: «Abbiamo bisogno di ragazzi attaccati a questa maglia»

Si punterà al consolidamento in categoria, con l’obiettivo primario di «fare bella figura e mantenere la C» dicono in coro il presidente Ettore Masiello e il vice Gianluca Pecchini. Il tutto in un contesto non semplicissimo: «Lo scorso anno – spiegano – abbiamo avuto una perdita dal botteghino pari a circa 500mila euro. A cui vanno aggiunte le spese dei tamponi e dei protocolli Covid, sui 172mila euro. C’è poi stata la vicenda giudiziaria che sta interessando patron Maurizio Setti… chiaramente con queste premesse ci saranno delle ripercussioni sul budget. Detto questo la volontà è quella di continuare a lavorare per il bene del Mantova».

Pecchini: «Consolideremo la famiglia del Mantova e riavremo i nostri tifosi»

Che si traduce in una volontà di apertura alla città e ai tifosi: «La squadra si allenerà sui campi del Te fino a quando sarà possibile (quindi fino a novembre, quando dovrebbero iniziare i lavori per il nuovo parco, ndr). Inoltre lavoreremo per sistemare Mantovanello, dove sorgeranno 4 campi regolamentari».

Copyright 2021 Stefano Saccani, all rights reserved

E poi la tematica mercato. Walid Cheddira, di fatto, ha le valigie in mano. La società infatti non è intenzionata a riscattarlo, quindi tornerà al Parma (società che lo aveva ceduto in prestito all’Acm la scorsa estate). Discorso più aperto sul nome di Di Molfetta.

Il Mantova del ds Battisti: giovane e con grandi valori umani

L’eclettico centrocampista potrebbe restare, le parti si incontreranno di nuovo a breve per trovare una quadra. In entrata c’è voglia di mantovanità in difesa, con Gabriele Bellodi (figlio della Saracinesca Mirko) in cima alla lista dei desideri del ds Alessandro Battisti

Chiusura sul Mantova del futuro. Il nodo principale è quello dello stadio: «Ovviamente al momento è un discorso lontano – sottolineano Pecchini e Masiello – ma ovviamente ci stiamo pensando. Su una cosa siamo sicuri: che un domani, quando il Martelli verrà rifatto, resterà sempre dove è attualmente».

Video del giorno

Bimba di sei anni cade da una giostrina al parco di Porto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi