Mantova, da lunedì a Villafranca con la voglia di ritrovare i suoi tifosi

Ufficiale il test con il Brescia di Inzaghi l’1 agosto a Desenzano. Prima uscita il 25 con i dilettanti

MANTOVA. Il gruppo squadra del Mantova si è sottoposto ieri 16 luglio al Green Park al primo tampone stagionale: tutti negativi e ormai è tutto pronto per il via al ritiro, da lunedì 19 all’Hotel Antares di Villafranca. Dove l’intenzione della società è quella di accogliere anche i tifosi, per ritrovare subito il feeling perso la scorsa stagione a causa della pandemia.

A tal riguardo non ci saranno problemi se qualche sportivo vorrà salutare già lunedì i ragazzi di mister Lauro. Poi martedì ci sarà un sopralluogo per verificare con la Digos la possibilità di ospitare un numero più consistente di tifosi nel fine settimana. Domenica 25, infatti, il Mantova giocherà la prima gara dell’anno, probabilmente contro una selezione dilettantistica formata da calciatori di Eccellenza e serie D della zona (Villafranca, Vigasio ecc.).

È stata ufficializzata, intanto, l’amichevole contro il Brescia di serie B: l’appuntamento è per domenica 1 agosto, quando alle ore 18 allo stadio Tre Stelle-Ghizzi di Desenzano i biancorossi sfideranno le Rondinelle di mister Pippo Inzaghi. Il test successivo è fissato per il 3 agosto contro il Sona di serie D probabilmente a Villafranca, mentre il 6 agosto (ore 18) l’Acm sarà di scena a Vicenza contro il team di Mimmo Di Carlo che gioca nel campionato cadetto.

La speranza della società è che a queste gare possa assistere il pubblico e a tal riguardo è in atto un dibattito acceso a livello nazionale. La volontà della Figc è quella di avere il via libera per l’utilizzo degli stadi almeno al 50% della capienza grazie all’utilizzo del green pass per gli spettatori. Il sottosegretario alla salute Andrea Costa ha aperto dicendo che «ci sarà la ripresa del campionato con il pubblico in presenza, con una percentuale inferiore al 100 % almeno in una fase iniziale».

La sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, ha però definito «un puro esercizio di retorica» il parlare di percentuali di tifosi allo stadio, ribadendo che saranno «la cabina di regia di Palazzo Chigi e le indicazioni del Cts a dettare tempi e condizioni della riapertura degli stadi». Insomma, il braccio di ferro va avanti.

Ciò che è certo è che da lunedì il Mantova svolgerà due allenamenti al giorno all’Antares, dove non potrà godere del clima della montagna ma avrà a disposizione ben 4 campi, due in erba (uno a 11 e uno a 9) e due in sintetico, oltre alle altre strutture del grande albergo di Villafranca, fra le quali piscine, spa e sale riunioni.

Per concludere, segnaliamo che nella giornata di ieri si sono conclusi i Mantova Camp portati avanti per buona parte dell’estate dal responsabile del vivaio Tommaso Mari e da mister Matias Cuffa.

Video del giorno

Assemblea alla Canottieri Mincio: c'è il quorum, il circolo verso la salvezza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi