Staff Mantova, ecco il play Laganà: all’attivo Biella e Cantù

Marco Laganà, lo scorso anno a Biella, è il nuovo playmaker della Staff Mantova

Il 28enne ha giocato nelle Coppe e vinto l’Europeo Under 20. «Felice di arrivare qui, spero di ripagare la fiducia del coach»

MANTOVA. Il nuovo colpo degli Stings porta il nome di arco Marco Laganà. Il ventottenne playmaker proviene da Biella, dove ha giocato l'ultima stagione in A2. Un profilo importante, che era stato seguito da vicino dalla dirigenza nelle ultime settimane. Nato a Melito di Porto Salvo, in provincia di Reggio Calabria, il 5 gennaio del 1993, Laganà è alto 197 centimetri. Dal 2008 al 2010 è nel settore giovanile della Pallacanestro Reggiana mentre dal 2010 al 2014 passa a Biella dove inizia la sua carriera senior.

Con la squadra piemontese disputa tre stagioni in Serie A e una in Dna Gold. Dal 2014 al 2017 è ancora nella massima serie, ma con la divisa di Cantù dove disputa anche l’Eurocup. Dopo le esperienze a Reggio Calabria e Brescia, continua poi la sua carriera in A2 con Latina, Bergamo, Ravenna e Legnano. La stagione 2019-20 è a Capo d’Orlando, sempre in A2, dove chiude la stagione con 18.7 punti a partita conditi da 6 rimbalzi e 4 assist. Nell’ultimo campionato ha fatto ritorno nella “sua” Biella che lo ha lanciato nel grande basket; 15 punti, 4.7 rimbalzi e 2.9 assist i suoi numeri nelle 34 gare ufficiali disputate.

Laganà ha inoltre indossato la divisa della nazionale italiana under 16 e under 20 e nel 2013 ha vinto da capitano l’Europeo under 20 disputatosi in Estonia. «Sono felice di giocare per gli Stings il prossimo anno - queste le sue prime parole da neo biancorosso - Spero di ripagare la fiducia e la stima dell’allenatore nei miei confronti. Ho voglia di fare bene, di divertirmi e di dare tutto per la squadra. Ci vediamo presto».

I tasselli sono ora quasi tutti a posto. Manca solo un’ala grande, un 4 straniero di spessore fisico e tecnico. La campagna acquisti degli Stings, scattata con le conferme di Riccardo Cortese e Matteo Ferrara, ha visto oltre a Laganà quattro innesti dopo la conferma di coach Gennaro Di Carlo. Il primo colpo è stato Martino Mastellari, guardia ex Orzinuovi. A seguire il baby 2002 Armando Verazzo, reduce dall'esperienza in B al Formia. Dalla Fortitudo la guardia serba Vojislav Stojanovic mentre il centro Antonio Iannuzzi ha disputato l'ultimo torneo di A2 a Napoli dove ha ottenuto la promozione. Un altro colpo e la rosa sarà completa.

Video del giorno

Mantova Pride festival: il brunch con le Salamandra Sisters

La guida allo shopping del Gruppo Gedi