Un bel Castiglione non sfigura contro la Samp

Non capita tutti i giorni di incrociare la strada con una squadra di A. E il Castiglione si è goduto l'opportunità di affrontare la Sampdoria al centro sportivo di Temù

TEMÙ (Brescia). Non capita tutti i giorni di incrociare la strada con una squadra di A. E il Castiglione si è goduto l'opportunità di affrontare la Sampdoria al centro sportivo di Temù, in Valcamonica. Al di là del punteggio i rossoblù ne hanno approfittato per una prima sgambata in vista della nuova stagione e Manini ha tratto indicazioni importanti da alcuni dei nuovi innesti per il raduno previsto al Lusetti il 9 agosto. Per fare bella figura il tecnico rossoblù schiera dall'inizio un 4-1-4-1 che ha il neoacquisto Maroni come mediano davanti alla linea difensiva e Timothy Ekuban, che ha prolungato la sua esperienza prima di sbarcare all'Olginatese, come riferimento offensivo. Assenti Guagnetti e Fantoni, centrali di difesa, davanti al portiere Bertolani, sono gli svincolati Kamalu e Mutti, affiancati dai terzini Invernizzi e Daeder. In mediana altro neoacquisto, Ghidini, con Mangili in veste di capitano e Lauricella, che potrebbe essere il prossimo colpo rossoblù.

La Samp non ha bisogno di presentazioni, l'ex tecnico del Mantova D'Aversa punta su un 4-2-3-1 che mischia le doti offensive di Quagliarella e Gabbiadini alle sortite in velocità di Candreva. Il Castiglione tiene il campo senza rischi eccessivi fino all'8', quando Candreva prova l'incursione senza trovare la porta. Dopo un paio di buone proiezioni offensive aloisiane (bene Ghidini e Mangili) la Samp passa grazie a Quagliarella, che in semirovesciata trasforma in oro un cross di Candreva. I blucerchiati alzano i giri e, dopo una bella uscita di Bertolani a chiudere lo specchio a Quagliarella, Gabbiadini si mette in proprio e con un tiro a giro da appena dentro l'area raddoppia.

Al 33' Bertolani si esalta con un doppio intervento su Quagliarella, Thorsby è in agguato e sigla il tris. Prima dell'intervallo altre due reti: dialogano bene Gabbiadini e Quagliarella, Bertolani devia ma la palla si insacca per la quarta volta. Poi, al 45', bella azione della Samp, con Thorsby a pescare con un assist al bacio Gabbiadini.

Nella ripresa, a parte la linea difensiva del Castiglione, cambia tutto: la Samp piazza un uno-due con i nuovi attaccanti Bonazzoli, in acrobazia, e Torregrossa, che supera con uno scavetto Cavicchioli. Al 7' Ekuban sorprende la linea difensiva blucerchiata in ripartenza e trova l'angolo giusto battendo Ravaglia e godendosi i festeggiamenti. I blucerchiati accelerano ancora e si esaltano con un Caprari ispirato, a segno due volte nel giro di pochi minuti, e di nuovo con Torregrossa, che fa valere due volte la sua fisicità. «Una soddisfazione per me, che sono tifoso doriano, e per i ragazzi - dice il presidente rossoblù Laudini - che nel primo tempo hanno anche fatto vedere buonissime cose».

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi