Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, alla vigilia del Brescia stretta per il regista Bucolo

Il 32enne centrocampista vanta quasi 300 gare in C, si è svincolato dal Potenza. Domani l’amichevole con il team di Inzaghi, Lauro recupera quasi tutti gli effettivi

MANTOVA. Prosegue su due piani il lavoro del Mantova in vista dell’inizio del prossimo campionato. Da un lato mister Maurizio Lauro plasma la squadra sui campi dell’Hotel Antares di Villafranca e si appresta a testarla nell’amichevole contro il Brescia di serie B in programma domani (ore 18) a Desenzano; dall’altro il ds Alessandro Battisti lavora per completare la rosa con un regista e un centravanti di categoria. A tal riguardo, il primo obiettivo sembra in dirittura d’arrivo. Il Mantova sta infatti stringendo per il 32enne centrocampista Rosario Bucolo, veterano della categoria (quasi 300 presenze fra C e C2) che ha iniziato l’ultima stagione in D con l’Acireale (6 gare) ma ha poi giocato tutto il girone di ritorno (17 presenze) in C con il Potenza.

Il regista siciliano nelle 4 stagioni precedenti ha giocato nella sua Catania e nella Sicula Leonzio, ma in precedenza fece un’esperienza anche al Nord, nel Padova. E in quella stagione (2015-2016) giocò anche al Martelli contro il Mantova insieme al grande ex Altinier.

Tornando invece al campo, ieri 30 luglio mister Lauro ha concesso mezza giornata di riposo ai biancorossi, che si sono anche sottoposti ai tamponi (tutti negativi). Nel pomeriggio il tecnico li ha impegnati invece in esercitazioni tattiche incentrate sul pressing alto, chiudendo poi la seduta con un partitella in famiglia a campo ridotto. Zibert ha smaltito la febbre ma è stato lasciato precauzionalmente a riposo, Bianchi è rientrato in gruppo e Pilati ha lavorato a parte.

Domani, contro il Brescia di Pippo Inzaghi, salvo sorprese Lauro dovrà fare a meno soltanto di Pilati, che è comunque in rapida ripresa dalla distorsione alla caviglia.

Oggi la squadra svolgerà uno o due allenamenti, domani mattina dovrebbe esserci la rifinitura con il classico lavoro sulle palle inattive.

Per concludere, c’è da dire che la società segue con interesse l’iniziativa della Figc, che ha scritto una lettera al Governo per chiedere aiuti economici per il calcio e soprattutto la riapertura degli stadi al 100% della capienza riservando l’ingresso ai possessori di Green Pass. In alternativa, il presidente Figc Gravina ha chiesto che si possa riempire gli stadi al 50% con posizionamento a scacchiera degli spettatori senza tener conto del metro di distanza.

Video del giorno

Roma, Conte litiga con un contestatore: "Vada al banchetto della Lega e chieda dei 49 milioni"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi