Contenuto riservato agli abbonati

Il governo riapre, ma in C è fuga dagli stadi: anche Mantova è alla ricerca del tifo perduto

Un’immagine della Curva Te durante Mantova-Como di serie D nel 2018

Il 30 settembre forse la capienza degli impianti passerà al 75%, nel girone dei biancorossi solo tre partite con più di mille spettatori

MANTOVA. Il governo sembra pronto ad andare incontro alle richieste del mondo del calcio, allentando le restrizioni sulla capienza degli stadi, ma soprattutto in serie C – e anche a Mantova – il problema è riportare la gente negli impianti, attualmente vuoti per mancanza di tifosi e non certo per carenza di posti.

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervistato dalla Rai ha detto che le cose presto cambieranno: «Il 30 settembre ci sarà una valutazione: credo che ci saranno le condizioni per procedere a un ampliamento delle capienze per teatri e cinema, oltre che per gli stadi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi