Rugby, il Viadana punta a rialzare la testa nella sfida di Colorno, primo incrocio con l’ex Frati

© Daniele Pontiroli - Mantova

Si punta a rialzarsi dopo la batosta in Coppa Italia

VIADANA. Rialzare la testa dopo la scoppola (pur con qualche attenuante) subita la settimana scorsa in Coppa Italia. Questo l’obiettivo del Viadana oggi, 25 settembre alle 16 al via del Top 10 in trasferta contro un cliente per niente facile, Colorno, per un derby caldissimo che la passata stagione ha arriso per due volte su due ai gialloneri per pochissimo.

«Dopo la partita della scorsa settimana contro Padova abbiamo potuto constatare a che punto siamo e da quella diagnosi possiamo programmare più chiaramente gli obiettivi - commenta il tecnico German Fernandez. - Sappiamo dove siamo e dove stiamo andando. Sempre con il chiaro obiettivo di crescere, individualmente e collettivamente. Il nostro obiettivo a Colorno si basa sulla nostra prestazione, essendo molto esigenti sull'allenamento e soprattutto sull'atteggiamento che dobbiamo cercare per questa prestazione. Per noi non è solo importante vincere ma quello che davvero ha importanza è il percorso che faremo per raggiungere questa evoluzione e apprezzare questo processo sarà il vero risultato». Non disponibili per infortunio Mateu, Gregorio, Di Chio, Sarzi, Ribaldi, Silvestri.

Sul fronte parmigiano, una folta schiera di ex è pronta a fare uno scherzetto dopo la sorprendente vittoria di sette giorni fa a Calvisano in Coppa. «In campionato sarà tutta un’altra cosa - frena Filippo Frati, assistant di Umberto Casellato per tre anni in panchina allo Zaffanella -. Anche noi all’esordio con le Fiamme Oro abbiamo fatto una brutta figura. Viadana è una squadra alla quale piace giocare. Forse in fase di conquista possiamo metterli in difficoltà. Ma rispetto a un anno fa è più forte perché Fernandez, tecnico di altissimo livello, ha già un anno di lavoro alle spalle».

Con una squadra molto rinnovata, Colorno punta a fare meglio del nono posto del 2020-21: «Sono nuovi 22 giocatori, con tanti giovani: Odiase e Mey, due 2003, sono stati tra i migliori a Calvisano. E nuovo è tutto lo staff: con Casellato ho collaborato l’anno scorso a Rovigo e anche Prestera è molto bravo. Da entrambi sto imparando molto. Il club è tra i più strutturati in Italia». Oltre a Frati, quanto a ex, tra gli altri ci sono il director of rugby e ds Stefano Romagnoli e i tecnici delle giovanili Michele Mordacci, Paolo Bettati e Samuele Pace. Il team di serie A femminile poi è diretto da Plinio Sciamanna. Infine, presidente della Rugby Colorno srl è Stefano Cantoni, ex vice presidente degli Aironi.

Intanto, il Covid ci ha subito messo lo zampino: un positivo nel gruppo squadra di Mogliano quindi la sfida contro Rovigo è stata rinviata.

Oggi alle 18.30 Caimani in amichevole allo Zaffanella con l’Asr Milano di serie A.

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi