Castellaro-Solferino: vince la pioggia, sarà recupero scudetto

Niente accordo tra società sulla data. Castiglione retrocesso. Rinviata pure Cereta-Malavicina di B

MANTOVA. Il gran banchetto finale è stato rovinato dal maltempo che ha colpito incessantemente per tutta la giornata di ieri, costringendo alcune squadre a rinviare i propri incontri.

Niente Castellaro-Solferino dunque, scontro decisivo per assegnare lo scudetto numero 108 della storia che, vada come vada, resterà comunque in provincia. Senza azione in campo si è comunque visto qualcosa al di fuori, con le due virgiliane impegnate in discussioni poiché in disaccordo sulla data del recupero. Sotto l’attento sguardo del presidente federale Edoardo Facchetti si è prima parlato di domenica 3 ottobre, ipotesi spalleggiata dai padroni di casa, mentre gli ospiti avrebbero preferito giovedì 30. Domenica però, da calendario, si dovrebbe disputare la Supercoppa, e un cambiamento simile deve essere autorizzato dalla commissione tecnica, destinata a dare il suo parere nella serata odierna. Nel caso non si arrivasse alla fumata bianca si potrebbe ripiegare sul compromesso, in questo caso mercoledì pomeriggio.

Chi invece è riuscito a scendere in campo è il Castiglione, grazie all'anticipo dell'inizio d’incontro col Cavaion. Purtroppo è arrivata la vittoria piena dei veronesi condannando alla serie B il sodalizio del presidente Margoni, destinato a ripartire da un gruppo di giovani del Monferrato. Sabato era invece toccato al Ceresara, impegnato nell’anticipo di Arcene. Una battaglia intensa ed equilibrata tra i fratelli Bertagna e la truppa di patron Fabrizio Pezzini che si è risolta al tie-break. Col punticino conquistato Zampini e compagni si sono anche assicurati il 7° posto finale, piccola soddisfazione al termine di una stagione solida.

In serie B la Cavrianese era sotto 6-3, 4-2 col Bardolino prima della sospensione per pioggia ma la promozione - assieme al Fontigo - è già in tasca. Giovedì alle 17.30 il recupero degli ultimi giochi ma per lo scudetto ora serve un piccolo miracolo sportivo. Stop preventivo, invece, per il derby Cereta-Malavicina destinato a essere recuperato domenica 3 ottobre.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi