Contenuto riservato agli abbonati

Staff, Laganà: «Con Treviglio abbiamo mostrato i muscoli»

GazzettaDiMantova/MDG 2021 ©Tutti i diritti sono riservati

Il grande protagonista dell’esordio: «Nella ripresa più ritmo e fisicità in difesa. Domenica a Capo d’Orlando contro mio fratello: gli auguro il meglio da lunedì»

MANTOVA. 23 punti, 10 rimbalzi e 4 assist in 36’: Marco Laganà si è presentato così al suo nuovo pubblico. Il play biancorosso è stato tra i protagonisti della vittoria degli Stings contro Treviglio per 81-71.

Il regista prova ad analizzare l’esordio: «Non era scontato partire così, Treviglio veniva da un ottimo precampionato e dalla finale della Supercoppa - ammette Laganà -. Ci aspettavamo una squadra in fiducia, lunga e con tanto talento e così è stato. Tra di noi c’era anche un po’ di tensione visto che tornavamo a giocare davanti ai nostri tifosi, ma siamo stati bravi a gestire al meglio le difficoltà». Il riferimento è agli infortuni di Cortese e Stojanovic tra il secondo e il terzo quarto. Lo stesso Laganà ha rimediato un colpo alla caviglia nel secondo periodo ma non ha smesso di giocare: «Ho voluto continuare nonostante il dolore. Sono contento della mia prestazione e mi è piaciuto esordire in questo modo. Sono consapevole di non aver iniziato bene la partita ma sono rimasto sereno. L’importante, comunque, è essere riusciti a portare a casa i due punti».

Laganà spiega cos’ha permesso alla Staff di cambiare passo nella ripresa: «Abbiamo alzato il ritmo in difesa riuscendo a essere più aggressivi sui close out e mettendo più fisicità nella nostra metà campo. Da lì ci siamo caricati e siamo stati anche più precisi in attacco. Tutti hanno portato il loro mattoncino, ora dobbiamo continuare a crescere nelle prossime settimane».

Mantova è attesa da due delicate trasferte siciliane contro Capo d’Orlando e Trapani. La prima avrà un sapore speciale proprio per Laganà, originario di quelle zone ed ex giocatore dell’Orlandina nel 2019/20: «E’ un posto a cui sono molto legato ed è a un’ora da casa mia - continua -. Capo d’Orlando è stata una meta importante per la mia carriera. Sono arrivato in Sicilia dopo aver subito quattro operazioni al ginocchio e ho disputato una buona stagione. Sarò sempre riconoscente alla società e a tutto l’ambiente». Nel roster c’è anche il fratello minore Matteo: «Siamo molto legati, gli auguro di essere più forte di me, ha tutta la carriera davanti. Domenica, però, ci tengo a vincere io».

Intanto, Biella è in trattativa avanzata per la firma di Kenny Hasbrouck che arriverebbe per sostituire il partente TJ Cromer, rientrato negli Stati Uniti per problemi a un piede e non ancora tesserato come straniero. Nel girone Rosso, infine, la Top Secret Ferrara è pronta a reintegrare nel roster l’ex Mantova Luca Vencato. Il play era rimasto ai box per un’operazione al ginocchio effettuata in estate. Le nuove visite hanno evidenziato la rapida guarigione e Vencato dovrebbe unirsi al gruppo di coach Leka per sostituire l’infortunato Federico Zampini (out per almeno 4 mesi).

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi