Garzon: «Riecco il Fiorenzuola Acm, cuore oltre l’ostacolo»

Il vicepresidente era mister quando i biancorossi vinsero la D davanti agli emiliani. «Azzerare tutto e mirare al massimo, ai tifosi dico venite e fidatevi della società»

MANTOVA. Dici Fiorenzuola e in casa Mantova non può che tornare alla mente il campionato di serie D 2019-2020, che i biancorossi vinsero (a tavolino visto lo stop legato al Covid) proprio davanti alla squadra emiliana. «Sì, Fiorenzuola evoca dolcissimi ricordi - dice il vicepresidente Gianluca Garzon, all’epoca prima viceallenatore e poi mister della prima squadra insieme a Cuffa -. Nello scontro diretto al Martelli venne fuori un 3-3 rocambolesco, ma la nostra superiorità fu netta nel corso del campionato. E ci permise di conquistare il ritorno fra i professionisti che purtroppo non potemmo festeggiare in campo con i nostri tifosi. Speriamo di festeggiare domenica, quando in palio ci saranno comunque tre punti importanti».

Il Fiorenzuola è ancora allenato da Luca Tabbiani e, sfruttando l’entusiasmo della matricola, ha finora totalizzato 11 punti, due in più dell’Acm: «Già allora la squadra emiliana praticava un buon calcio, era organizzata e aveva una buona società - ricorda Garzon -. Era insomma in rampa di lancio, non mi sorprende che sia arrivata fra i professionisti e nemmeno che stia facendo bene. Ma, ora come nel campionato 2019-2020, il Mantova ha motivazioni ben più forti degli avversari. Ogni volta che si scende in campo con la maglia biancorossa si ha una responsabilità enorme, perché si rappresentano una piazza importante e una società gloriosa e blasonata. Per cui, da parte mia dico che domenica dovremo pensare soltanto a noi stessi e a fare di tutto per ottenere il massimo».

Il penultimo posto in classifica e i fischi dei tifosi di domenica sono segnali di un momento molto delicato, ma Garzon invita a guardare avanti: «Non è il tempo di piangersi addosso o di fare processi, guardare indietro non serve a nulla. Noi dobbiamo azzerare tutto, toglierci dalla testa ciò che è stato e affrontare il Fiorenzuola con grande fiducia e determinazione, gettando il cuore oltre l’ostacolo».

E lo stesso messaggio il vicepresidente di Viale Te lo invia anche al popolo biancorosso: «Noi possiamo comprendere la delusione dei tifosi, quando i risultati non arrivano nessuno può essere felice. Ma anche loro credo non abbiamo alternative: per uscire da questa situazione devono starci vicini e darci una mano. E l’altra cosa che voglio dire con chiarezza a chi ama il Mantova è che deve avere fiducia in questa società. Stiamo lavorando per riuscire a fare bene e se questo non sarà sufficiente state certi che faremo di più. Ma siamo determinati a centrare l’obiettivo di mantenere la categoria che tanto abbiamo fatto per conquistare negli anni scorsi».

I tifosi del Coordinamento ci saranno con un’autocolonna, a meno che in giornata (chiamare Gianluca Negretti al 328/4559913) non si raggiunga il numero minimo per allestire un pullman. E di certo anche gli Ultras saranno presenti a Fiorenzuola. I biglietti per la partita sono in vendita sul circuito vivaticket.com, lo stesso che utilizza il Mantova per le gare interne.

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi