Contenuto riservato agli abbonati

L’amore per il basket è più forte dell’achelia, Scandola: «Io, l’Abc e la spinta della passione»

La vice capitano della Virtus di serie C femminile affetta da una sindrome che non permette lo sviluppo della mano: «Cerco di dare il massimo»

MANTOVA. Inclusività non è solo una parola, ma un vero e proprio mantra in casa Abc Virtus Mantova. Il progetto del presidente Simone Arru sta rapidamente prendendo piede in città e nel territorio limitrofo e i segreti della crescita sono un focus importante sui giovani e su tanti giocatori e giocatrici speciali. Oltre ad Anna Bonomi, l’azzurra della Nazionale italiana sordomute, nel roster della formazione di serie C femminile c’è Alice Scandola.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Mantova, la pinsa alla conquista dell'Europa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi