Il Viadana ritrova finalmente gioco e mete: travolto il Mogliano, grande prova corale

Daniele Pontiroli-PNT PHOTOS Mantova pntdnl@gmail.com

Cinque centri firmati da Mateu, Wagenpfeil (man of the match), Ribaldi (2) e Antonio Denti. Perfetta regia di Apperley

VIADANA. Giornata da incorniciare per il Rugby Viadana che ritrova, sotto la pioggia dello Zaffanella, gioco, vittoria e un pubblico meraviglioso che canta incessantemente per tutta la partita.

L'approccio è davvero positivo con la mischia viadanese che pone seri interrogativi al pacchetto allenato da coach Costanzo. I veneti, infatti, sono pescati ripetutamente in fallo e la maule fa strada quando il timoniere è giallonero. Lo spettacolo è garantito da alcune giocate esteticamente perfette di Apperley che manda l'ottimo Mateu oltre la linea di gesso. La terza linea va di diritto sugli scudi con capitan Wagenpfeil che segna una meta da ala pura e anche in questa situazione è il mediano d'apertura a ricamare rugby di qualità con l'ovale che giunge tra le mani del giovane flanker che ha buona gamba e guadagna la via della meta. Il terza centro Casado Sandri ha una continuità di rendimento impressionante e nell'uno contro uno è spesso debordante fisicamente, con impatti che risultano vincenti e garantiscono la linea del vantaggio. Nei punti d'incontro è Locatelli a mettersi in mostra e gioca una partita di grande sostanza così come le due seconde linee Caila e Boschetti, sempre a fuoco e in grado di dare un apporto consistente anche nelle fasi dinamiche del gioco. German Fernandez aveva detto, nei giorni antecedenti, che due atleti come Apperley e Ribaldi, finalmente recuperati dai rispettivi infortuni, sono molto importanti per il gruppo viadanese. Il tallonatore, ex Caimani, timbra per due volte la sua prestazione maiuscola con due mete che premiano il lavoro di squadra. La scelta del man of the match è stata ardua in quanto la prestazione collettiva è la migliore notizia di giornata con il giovane capitano che aveva suonato la carica, in settimana, e la squadra ha dato una risposta davvero buona. Oltre alla vittoria arriva anche il punto di bonus che pone l'accento sul triplice fischio dell'arbitro Spadoni. Proprio il direttore di gara si rende protagonista nel finale prolungando la gara secondo le nuove indicazioni federali per aumentare il gioco effettivo, ma le numerose mischie finali in cui Mogliano ha cercato di ricucire il gap coi viadanesi sortendo molte fasi di gioco, due cartellini gialli per falli professionali a Denti e Fiorentini e la meta dell’ala veneta D'Anna che fissa sul 35-13 finale.

La voce dello Zaffanella, infine, è tornata a un volume alto con i Miclas che hanno ridato vita ai vecchi "classici" come Cuntra la ramada ogni volta che si ingaggiava in mischia ordinata sotto la tribuna. Per un attimo le emozioni hanno prevalso sul periodo buio delle difficoltà, della pandemia e di quello che comporta una festa rugbystica.

Video del giorno

Mantova, la pinsa alla conquista dell'Europa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi