Contenuto riservato agli abbonati

Staff, a Milano è una Caporetto: arriva la quarta sconfitta di fila

Un'azione della Staff, travolta a Milano

Mantova dura 10 minuti, poi le scarse rotazioni e la poca lucidità spianano la strada all’Urania che vince in scioltezza

MILANO. In altri momenti, in altri contesti, il monday night di ieri nel tempio del PalaLido (pardon Allianz Cloud) poteva diventare il trampolino di lancio per una squadra come Mantova. Si è trasformata in una Caporetto quasi annunciata visti gli infortuni che hanno di fatto dimezzato la rosa biancorossa. Peccato, perché gli Stings non hanno incontrato una corazzata. Sono rimasti in partita solo nel primo quarto, poi si sono spenti (forse troppo presto) come era lecito aspettarsi da una squadra partita per Milano con il giovane Lorenzo Coghi (classe 2005 del San Pio X) chiamato in fretta e furia per allungare la panchina.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

La guida allo shopping del Gruppo Gedi