Mantova, Setti dà l’ok al mercato: «Come sempre farò il possibile»

Nel cda confermata la disponibilità a investire per rinforzare l’organico. Battisti visiona le punte del Padova. In prova c’è il 18enne argentino Rivamar

MANTOVA. Si comincia a muovere la macchina biancorossa in vista del prossimo mercato di gennaio, quando l’obiettivo sarà rinforzare la rosa a disposizione di mister Maurizio Lauro per evitare rischi di retrocessione. Ovviamente peso e modalità dell’intervento saranno decisi soltanto dopo le prossime cinque sfide di campionato, che precederanno la sosta natalizia.

Ma, al termine del consiglio d’amministrazione del Mantova tenutosi il 24 novembre, patron Maurizio Setti ha ribadito il concetto già espresso nelle scorse settimane: «Come sempre, faremo il possibile per centrare l’obiettivo. Nella riunione s’è parlato della gestione fatta finora e del budget. Non ho difficoltà a ribadire la disponibilità a intervenire sul mercato».

Anche se al momento è presto per fare nomi, di certo i numeri della squadra indicano che almeno un tassello (magari anche due) servirà in attacco, ma qualcosa dovrebbe muoversi anche a centrocampo.

Da verificare, poi, oltre alle esigenze tecniche di mister Lauro, c’è anche la volontà di alcuni giocatori che finora hanno trovato pochissimo spazio. Più di uno potrebbe chiedere di cambiare aria e in tal caso si aprirerebbe anche la possibilità di scambi.

Il direttore sportivo Alessandro Battisti sicuramente si sta guardando attorno da un po’ e anche ieri è andato a vedere la partita di Coppa Italia Padova-Viterbese. Dalla squadra veneta, ad esempio, potrebbe muoversi qualche elemento offensivo che non sta giocando molto con mister Pavanel. Facile al riguardo indicare i nomi di Biasci, Nicastro e Santini, tutti attaccanti che potrebbero far comodo a qualunque squadra di Lega Pro. Proprio per questo, al momento opportuno nel caso serviranno argomenti convincenti per spingere calciatori di questo calibro ad accettare la sfida di risollevare una squadra invischiata in zona retrocessione.

Questa almeno è la situazione attuale, perché nel calcio cinque giornate di campionato da giocare possono cambiare tante cose. Soprattutto in un torneo come quello che sta affrontando il Mantova, in cui al momento fra l’ultimo posto in classifica e il decimo che dà diritto a giocare i playoff per la promozione in B sono raccolte ben 11 squadre.

Insomma, parte di ciò che accadrà a gennaio è nelle mani di Guccione e compagni, a partire dalla sfida di domenica al Martelli contro il lanciatissimo Renate.

La società intanto continua a lavorare sul fronte dei giovani da valorizzare, tema molto caro a Setti. Da ieri è in prova con i biancorossi il 18enne attaccante argentino Enzo Rivamar. Si tratta di un classe 2003, che può giocare da trequartista o da attaccante esterno, che è cresciuto nel club argentino Godoy Cruz. Rivamar si allenerà per alcuni giorni con il Mantova, poi staff tecnico e società decideranno sul suo eventuale tesseramento.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ponte di San Benedetto Po, l'attesa del varo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi