Per il Mantova ecco “Flipper” Galligani, l’esterno dalla storia simile a Guccione

Tanta gavetta nei dilettanti, a 28 anni la C con 11 gol e 7 assist. In questo torneo solo 2 reti, ora in biancorosso cerca il rilancio

MANTOVA. Il primo rinforzo dal mercato di gennaio per mister Galderisi risponde al nome di Elia Galligani, 29enne attaccante esterno che arriva dalla Carrarese e dunque dal girone B della Lega Pro. Un obiettivo seguito a fari spenti negli ultimi giorni e che alla fine ha convinto lo staff e il ds Battisti più delle alternative (Sartore ed Emmausso) esaminate a lungo senza affondare il colpo.

Galligani è un ragazzo la cui storia ricorda un po’ quella di capitan Guccione: tanti anni di gavetta fra i dilettanti (nel 2016-2017 giocava addirittura in Eccellenza) e l’approdo in C unica a 28 anni, nel Grosseto con cui aveva vinto il campionato di serie D. E alla prima stagione fra i professionisti l’esplosione, con 11 gol e 7 assist all’attivo, che gli valgono la chiamata dell’ambiziosa Carrarese. Dove però non trova la stessa continuità e totalizza nel girone di andata 15 presenze (solo 9 da titolare) e 2 gol, preferendo così cambiare aria.

Galligani è stato preso dal Mantova per agire sulla fascia sinistra, la sua posizione più congeniale. Come lo stesso atleta viareggino aveva chiarito in un’intervista rilasciata in Toscana: «Come caratteristiche - aveva detto - sono un attaccante a cui piace partire dagli esterni e tagliare in porta ai fini della conclusione, ma posso tranquillamente ricoprire la posizione di punta centrale che sfrutta rapidità e movimento senza palla».

Proprio la velocità è una delle caratteristiche migliori di Galligani, che per le sue peculiarità era stato ribattezzato affettuosamente “Flipper” in quel di Grosseto.

Il ragazzo già ieri 13 gennaio era a Mantova, dove ha avuto i primi contatti con mister Galderisi e i compagni, già oggi si unirà al gruppo sul campo di Mantovanello.

Chissà se anche nell’Acm darà sfogo alla sua passione, quella da parrucchiere. A Grosseto tagliava i capelli ad alcuni compagni, oltre che a se stesso e lo fece (con tanto di filmato sui social) anche al vicepresidente Ceri, dopo aver vinto con lui la scommessa di segnare contro la Giana.

L’arrivo di Galligani non conclude certo le operazioni del Mantova per il settore offensivo. All’appello manca ancora una prima punta, vista la decisione del club di tutelarsi per l’impossibilità di contare al 100% su De Cenco e Bertini.

Al momento però, dopo la brusca frenata su Claudio Santini del Padova, la situazione appare in stallo. I nomi accostati all’Acm restano quelli di Leonardo Candellone del Sudtirol, Manuel Nocciolini del Monopoli e Davis Curiale del Catanzaro, ma anche in questo caso - come per l’esterno - dal mercato potrebbe arrivare una sorpresa dell’ultima ora.

Nel frattempo il Mantova è ai dettagli per la cessione di Rosario Bucolo al Potenza. L’esperto regista non è l’unico giocatore biancorosso messo in lista di partenza dalla società: nelle stesse condizioni si trovano infatti Claudio Zappa e Urban Zibert. Su quest’ultimo c’era stato giorni addietro un sondaggio dell’Ancona-Matelica, ma poi il discorso si era subito arenato.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

A1, blocca il treno alta velocità, scende e lancia sassi contro le auto: bloccato con il taser

La guida allo shopping del Gruppo Gedi