Hedgehogs, un quarto posto d’oro: il trampolino per ripartire

I Ricci di Curtatone nel 2021 sono tornati nell’élite nazionale della disciplina. Il piazzamento nelle finali punto di slancio su cui costruire la ventesima stagione

CURTATONE. Un quarto posto dolcissimo. I Boschetto Hedgehogs nell’anno del ritorno nel gotha del flag football italiano centrano quella che a tutti gli effetti può definirsi un’impresa: la quarta posizione finale in campionato.

La Gazzetta in campo - Il flag football

L’accesso alle semifinali di Grosseto per il club del presidente Davide Pernigo e del GM Ruggero Braghini, infatti, è arrivato dopo una stagione 2020, quella del rientro in Prima divisione, molto complicata. Proprio per questo il traguardo è stato festeggiato come i migliori successi del passato. La stagione è stata un crescendo. Iniziata con largo anticipo per riuscire ad amalgamare un gruppo ancora una volta molto rinnovato, ha avuto il suo apice nell’ultimo bowl di stagione regolare e nelle finali, quando i nero-oro hanno sbranato due rivali nella corsa ai playoff come X Men Correggio e Refoli Trieste, oltre ai più abbordabili Minotauri Torino ed Heroes Milano. Un weekend da quattro vittorie che ha lanciato i “Ricci” del coach Marco Zambelli alle finali con il sesto e ultimo biglietto per la corsa scudetto, issandosi nuovamente tra le migliori compagini italiane della palla ovale senza contatto.

Preziosa la presenza di Simone Alinovi. Il ricevitore eletto miglior giocatore del campionato tackle ha fornito un supporto di fisicità ed esperienza determinante. «Dopo lo stop per la pandemia avevo voglia di giocare a flag - dichiara il wr in prestito per il secondo anno di fila dai Panthers Parma - qui sono stato subito accolto al meglio dai compagni. Ringrazio anche il coach e il dirigente Leoni, mi hanno fatto subito sentire come a casa». Ma tutta la squadra, diretta in attacco dal quarterback Jacopo Ghidini, ha elevato il suo gioco per prendersi di forza l’accesso all’ultimo atto del torneo. Da segnalare la buonissima stagione del rookie Enrico Lancerotto che ha dato nuova linfa alla difesa soprattutto nelle secondarie e quella di Andrea Bonatti che nel ruolo di blitzer è già uno dei migliori interpreti in Italia. Weekend delle finali eroico per i nero-oro.

Sconfitti in entrambi i match del sabato anche per colpa di un roster ridotto, si rifanno nella wild card domenicale coi ranghi completi, sconfiggendo i Refoli Trieste 18-13 in un match all’ultimo respiro grazie a una difesa arcigna e al td di Riccardo Zanoni a pochi secondi dalla fine. Nulla da fare in semifinale. Contro i campioni d’Italia di Arona, che di lì a poco bisserà il tricolore, il divario si è rivelato ancora netto. Questo non ha intaccato l’eccellente risultato dei mantovani, il 2021 sarà ricordato con il sapore dolcissimo del ritorno nell’elite del flag. E la stagione 2022, la ventesima dei Ricci, è alle porte, con gli allenamenti facoltativi già iniziati.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Milan, Salvini contestato durante la festa scudetto: "Vai a lavorare, sei il disonore dell'Italia"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi