Per Castiglione e Governolese il letargo forzato si è concluso

I presidenti: «Scelta giusta, da domenica supereremo gli ostacoli con i risultati» Gli aloisiani ricevono l’Atletico Castegnato, i Pirati del Mincio alle prese col Prevalle

MANTOVA . Questa situazione colma di incertezza insegna a non dar mai nulla per scontato ma, salvo stravolgimenti dell’ultima ora, domenica si tornerà a parlare di calcio giocato. E’ infatti prevista la ripartenza dell’Eccellenza, che nel girone C vede coinvolte le mantovane Castiglione e Governolese. Si ripartirà con la scansione prevista dal calendario originario. Gli aloisiani ospiteranno il quotato Atletico Castegnato, i Pirati il Prevalle. Entrambe riprenderanno il filo di una stagione finora avara di soddisfazioni: il Castiglione ambìva ai piani alti e si ritrova al terzultimo posto nella bagarre per evitare i playout, la Governolese è desolatamente ultima, con tre punti all’attivo e senza avere ancora vinto lo straccio d’una partita. «Ma non per questo abbiamo un gruppo depresso o rassegnato, – ci tiene a precisare il presidente dei Pirati del Mincio, Fabio Bronzatti – c’è un bellissimo clima, i ragazzi hanno lavorato con impegno e hanno tanta voglia di scendere in campo e riscattare quanto successo all’andata. Siamo contenti di ripartire, anche se non possiamo far finta che le incognite non ci siano. La speranza è che il campionato possa avere uno svolgimento lineare, senza che inizino a piovere troppi rinvii o, peggio, nuove interruzioni. Se così fosse portarlo a termine diventerebbe un’impresa: incrociamo le dita e speriamo vada tutto bene. Per quanto ci riguarda il gruppo è quasi al completo. Non ci sarà lo squalificato Lonighi ed è in dubbio per un problema al piede Danza, faremo di tutto per riuscire a recuperarlo». Anche a Castiglione naturalmente c’è tanta voglia di scendere in campo: i rossoblù, che sul mercato di dicembre hanno rinforzato la rosa in modo importante, vogliono togliersi quanto prima dalla zona calda. Magari sfatando il tabù Castegnato. «È la nostra bestia nera – conferma il patron Andrea Laudini, ricordando le ultime due cocenti sconfitte patite al cospetto del team bresciano – e questo ci darà ulteriore motivazione. Siamo felici di ricominciare e sono convinto che sia la scelta giusta. I numeri della pandemia iniziano a dare qualche segnale di miglioramento, che tutti ci auguriamo si consolidino nelle prossime settimane. Ci sono regole e protocolli per giocare in sicurezza ed è giusto che la massima categoria regionale, che ha implicazioni anche a livello nazionale, faccia da apripista. Per quanto ci riguarda ci siamo allenati bene, il test con la Bagnolese non è stato esaltante ma ci ha dato l’occasione di rimetterci in moto: sicuramente domenica prestazione e motivazioni dei ragazzi saranno ben altre».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L’inaugurazione della Casa di Comunità di Goito con Fontana e Moratti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi