Affini è secondo in Spagna, volata con caduta generale: «Uci, così è inaccettabile»

Nella tappa della Vuelta a Burgos la Jumbo domina con tre suoi corridori, ma la frazione è stata rovinata dalla spaventosa caduta

VILLADIEGO (Spagna). Ancora un podio di prestigio per Edoardo Affini. Il corridore mantovano ha conquistato il secondo posto nella seconda tappa della Vuelta a Burgos, corsa a tappe di una settimana che storicamente rappresenta la prova generale in vista della Vuelta a Espana.

Una giornata incredibile, per certi versi anche tragica quella di ieri. Perché se da una parte Affini (e in generale la Jumbo) hanno alzato le mani al cielo per una tripletta al traguardo di Villadiego, dall’altra l’arrivo in volata è stato funestato da una rovinosa caduta di gruppo a circa 800 metri dalla linea del traguardo. Davanti il treno giallonero della Jumbo-Visma, poi un dosso improvviso che fa perdere il controllo della bici a David Dekker. L’olandese cade e innesca una sorta di strike, con bici e corridori che saltano letteralmente in aria. Qualcuno vola addirittura oltre le transenne, sfiorando i tifosi. Per fortuna nessuna conseguenza grave, solo botte ed escoriazioni. Alla fine i tre davanti, ovvero Affini, Chris Harper e Timo Roosen sono arrivati in parata. E a vincere è stato proprio quest’ultimo. Ma le sorprese non sono finite qui.

Molti odiatori seriali del web (altri termini per descriverli non ci sono) hanno attaccato pesantamente Affini, reo a loro dire di aver esultato dopo una tragedia sfiorata. E Affini è andato giù duro attraverso i social sia con loro, sia con l’Uci: «Stavo facendo uno sforzo a tutta. Ho visto un compagno di squadra passarmi a 200 metri dalla fine e ho festeggiato il suo successo, sì. Non avevo davvero idea dell’enorme carneficina dietro di noi. Sono molto dispiaciuto e triste per tutti i corridori coinvolte e spero che nessuno sia gravemente ferito. Cara Uci, dopo tutto quello che è già successo, consentire un arrivo con un dosso così alto negli ultimi 800 m provenendo da un tratto ad altissima velocità è una vergogna. Inaccettabile».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Entra nel vivo la Fiera delle Grazie: in coda per il panino col cotechino

La guida allo shopping del Gruppo Gedi