Fantacalcio, guida all'asta per la stagione 2022/2023: i nostri consigli

La Serie A è più povera. Caccia ai bomber rimasti e ai rigoristi di provincia. Immobile, Lukaku, Vlahovic e Lautaro i più cari nelle aste Quotazioni alle stelle per Pogba e Dybala: ne varrà la pena?

MANTOVA. Una Serie A più povera che ha perso giocatori di spessore, il Mondiale che spezzerà in due la stagione e l’incognita del mercato aperto fino al 1 settembre. Vita dura per in fantallenatori che devono costruire la propria rosa in questi giorni. Per quanto riguarda i portieri, restano al top quelli di Milan, Inter (vanno presi sia Handanovic che Onana) e Juve. Quotazioni in risalita per Rui Patricio (Roma) mentre ad oggi c’è poca chiarezza per il Napoli che potrebbe comprare un numero 1 nei prossimi giorni il titolare. Hanno lasciato la Serie A alcune sicurezze difensive (Koulibaly, De Ligt) e il top assoluto sulla carta è Theo Hernandez che può garantire qualche gol e diversi assist. Gosens verrà pagato meno di Dumfries. Tomori e Kalulu sono certezze da 6,5 per chi utilizza il modificatore, così come Skriniar. Tra i nomi minori intrigano Bastoni dello Spezia (certezza in termini di voti), Singo del Toro, Udogie dell’Udinese e Faraoni, sempre molto apprezzato dai fantallenatori. Qualche scommessa? Dodo della Fiorentina, Soppy dell’Udinese e Mazzocchi, ora alla Salernitana ma possibile partente.

A centrocampo si riparte da Milinkovic Savic, top assoluto della scorsa stagione. Pellegrini della Roma ha perso appetibilità dopo l’arrivo di Dybala perché potrebbe giocare mediano e non più trequartista. Pogba potrebbe essere un bluff al fantacalcio: verrà pagato molto (oltre il 5%) ma parte infortunato e soprattutto non è più il giocatore dominante della prima esperienza alla Juve. Al netto delle mezzali e dei trequartisti di provincia (vedi articolo in pagina), intriga Basic della Lazio che viene da un ottimo precampionato. A prezzi contenuti (fino al 5% del budget) ci sta puntare sulla rinascita di Zaniolo.

Passando all’attacco, Scamacca e Insigne, andati all’estero, sono mancanze pesanti in ottica fantacalcio. Immobile, Lukaku e Vlahovic sulla carta si giocheranno il titolo di capocannoniere (sono tutti e tre rigoristi). Da Berardi ci si aspetta di nuovo la doppia cifra sia di assist che di gol. Di Maria è in hype ma listato attaccante difficilmente sarà un fattore. Anche Dybala versione Roma verrà strapagato alle aste. Jovic bella scommessa alla Fiorentina ma non è un top. Il nome che con pochi crediti può far saltare il banco? Botheim della Salernitana.

Mai come in questa stagione sarà difficile allestire un tridente d’attacco in grado di garantire, almeno sulla carta, una quarantina di gol. A parte Immobile, Lukaku e Vlahovic, infatti, ai nastri di partenza scarseggiano i bomber da venti e più gol in Serie A. Proprio per questo i bonus vanno cercati negli altri reparti, specie a centrocampo. Con una spesa contenuta (attorno al 5% del budget in una lega a 10 partecipanti), i fantallenatori quest’anno faranno a gara per accaparrarsi le mezzali e i trequartisti con il vizio del gol. I nomi su cui puntare non mancano: Sabiri sarà il giocatore da cui passeranno molte delle speranze della Samp e già nella seconda parte della scorsa stagione ha mostrato colpi importanti; Lukic parte da rigorista nel Torino e può portare in dote cinque o sei gol; nel Lecce c’è Strefezza, trascinatore l’anno scorso in B con 14 reti; Bajrami dovrebbe restare all’Empoli, squadra di cui gli sono affidate le chiavi del gioco (su di lui c’è l’interessamento della Fiorentina); Barak del Verona è quasi un top di reparto al fantacalcio ma la diffidenza sul nuovo Hellas di mister Cioffi potrebbe far scendere il suo prezzo e se comprato al 6, massimo 7% può essere ancora un’ottima idea; interessante anche Radonjic del Toro, trequartisti dal grande potenziale che Juric vuole sfruttare in zona gol; una scommessa intrigante potrebbe essere Sensi che a causa dell’ormai cronica tendenza all’infortunio in molte leghe verrà pagato pochi crediti. Anche in difesa si può provare qualche colpo di livello senza spendere il 10% del budget che serve per assicurarsi Theo Hernandez: buoni nomi sono Singo del Torino, Faraoni dell’Hellas e Valeri della Cremonese.



 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prima uscita pubblica di Meloni: "Con Berlusconi incontro costruttivo, a Salvini mando 'bacioni'"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi