In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
il mister

Corrent non molla dopo il tracollo del Mantova a Lecco: «Siamo mancati negli episodi, rialziamoci»

Il commento del tecnico dell’Acm: «Per larghi tratti del match sotto il profilo del gioco non abbiamo demeritato. Molto male sui calci piazzati»

Gian Paolo Grossi
1 minuto di lettura

Il Mantova crolla di nuovo a Lecco, mister Corrent: «Mancati negli episodi chiave»

LECCO. Non accampa scuse Nicola Corrent per lo sprofondo biancorosso del “Rigamonti-Ceppi”. «Siamo mancati negli episodi chiave prendendo due gol su calcio piazzato – è l’analisi del tecnico dell’Acm nel dopopartita –. Capisco che sia difficile cogliere qualcosa di buono in uno 0-3, ma per larghi tratti del match sotto il profilo del gioco non abbiamo demeritato. Purtroppo ci è sempre mancato lo spunto decisivo. E la differenza non da poco è che non abbiamo fatto gol quando ne abbiamo avute le opportunità, mentre le reti le abbiamo puntualmente subite. Inoltre, abbiamo sofferto troppo nella nostra area sui calci piazzati. Detto questo, per l’atteggiamento mostrato in campo faccio fatica a rimproverare qualcosa ai ragazzi. Dobbiamo nuovamente rialzarci, anche se dopo un ko di queste proporzioni non sarà semplice. Occorre tornare a lavorare duro senza perdere l’autostima».

Dito puntato contro le situazioni d’inferiorità sui tiri da fermo. «Loro hanno sfruttato al meglio due calci piazzati, ricavandone lo stesso valore di due gol maturati su azione – continua Corrent –. Noi ne abbiamo avute a disposizione tante, di punizioni ma non siamo stati bravi a trovare la via per andare a segno. Le scelte tecniche? Pinton aveva un dito di una mano fratturato, e comunque aveva giocato molto sin qui. Messori meritava dunque una chance. In attacco ho insistito nuovamente sulle due punte e quando stavo per inserire Guccione giocare con due trequartisti è arrivato il raddoppio che ci ha tagliato le gambe. Un gol troppo semplice quello concesso al Lecco».

E ora, con 4 ko in 5 gare e una preoccupante fragilità difensiva, come si esce da una tale situazione? Corrent non ha dubbi: «Conosco una sola strada. Allenare e toccare le corde giuste per poterci risollevare, senza trascurare alcun dettaglio. Stiamo facendo errori e in questo momento li stiamo pagando tutti. Nello spogliatoio ho parlato con i ragazzi, perché vedo che danno tanto ma raccolgono troppo poco. A volte le cose cambiano molto in fretta e la squadra sta soffrendo molto a causa di questo insuccesso. Ma mi sento di dire che non è lo stesso 0-3 di Busto Arsizio. Ho visto anche cose da salvare, per venire fuori da qui il Mantova deve fare di più».

I commenti dei lettori