In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
basket serie a2

Cenna striglia la Staff «A Rimini ho visto diverse cose negative Ripartire subito»

Il presidente: «Squadra senza grinta e fuori dagli schemi Domenica reagire con la Fortitudo: è forte, non imbattibile»

Alberto Carmone
1 minuto di lettura

MANTOVA

Gli Stings sono reduci dal primo vero passo falso della loro stagione. Mantova è uscita sconfitta da Rimini per 79-72 al termine di una prestazione complessivamente negativa su entrambi i lati del campo. Dopo i ko con le forti Forlì, Pistoia e Udine, per la Staff è arrivato un ko pesante in casa di una diretta rivale per la salvezza: «È evidente che sia stata una brutta partita – commenta senza giri di parole il presidente degli Stings Paolo Cenna -. Ciò che mi preoccupa di più, però, è il rendimento di alcuni giocatori. Senza fare nomi, ho visto una squadra uscire dal proprio sistema di gioco. Al tempo stesso, credo che sia mancata anche la giusta grinta. Spero davvero che si sia trattato di un episodio, anche perché nella gara precedente contro Chieti avevamo dimostrato grande intensità e voglia di portare a casa i due punti. A Rimini, invece, abbiamo perso sia a livello tecnico che di intensità mentale».

Cenna guarda al rendimento dei lunghi Morgillo e Thioune: «Sono centri giovani e vanno aiutati nella crescita. Bisogna dare loro delle richieste semplici e ripartire da questi aspetti per aumentare la loro fiducia nelle prossime partite».

A pesare sul rendimento della Staff nell’ultimo periodo potrebbero essere state anche le tre settimane di stop tra fine ottobre e inizio novembre: «Sì, ma a mio avviso non può essere una giustificazione credibile. La squadra è composta da professionisti, il campionato è organizzato in questo modo e bisogna essere preparati mentalmente a certe situazioni che si possono verificare nell'arco di una stagione. Se avessimo giocato ogni tre giorni, avremmo parlato di una squadra troppo stanca. Non accetto alibi di questo tipo. Credo che la nostra sia una questione tattica e psicologica. La classifica? Più che i risultati e le vittorie, preferisco guardare alle prestazioni. Abbiamo disputato diverse gare gagliarde come con Forlì e Chieti, dobbiamo ritrovare quello spirito».

Domenica alle 17 alla Grana Padano Arena si presenterà la Fortitudo Bologna in una delle partite di cartello della nona giornata del campionato: «Occorre resettare la mente per questa sfida – consiglia il presidente -. Spero di vedere il pubblico delle grandi occasioni e di poter contare sulla reazione della squadra. Occorre ritrovare serenità ed entusiasmo. Il gruppo deve tornare ad avere gioia nel giocare insieme, ripartendo dalle piccole cose. Certo la Fortitudo è forte, ma non è imbattibile - conclude Cenna -. Con Chieti è andata in grande difficoltà».Alberto Carmone

I commenti dei lettori