In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
la gara decisa da un gol di batshuayi

Il Belgio soffre e poi vince Canada beffato dall’arbitro

Michele Di Branco
2 minuti di lettura

Un Belgio piuttosto opaco e confuso nel gioco regola il tenace, ma non troppo fortunato, Canada intascando tre punti preziosi che fruttano il primo posto in classifica nel girone. È bastato un gol di Batshuayi, bomber chiamato a sostituire l’acciaccato Lukaku, ad agguantare una vittoria che porta soprattutto la firma di Courtois, abile a neutralizzare un rigore nei primi minuti.

Chi si aspettava una sfida sbilanciata in favore del Belgio è rimasto presto sorpreso: dopo cinque minuti di palleggio sterile degli avversari, il Canada, indemoniato, mette sotto i diavoli rossi. E al 9’ i nord-americani si guadagnano, come detto, la più ghiotta delle opportunità: rigore per netto fallo di mano di Carrasco su tiro diretto in porta di Buchanam.

Il tiro di Davies dal dischetto, però, è fiacco e centrale e Courtois respinge salvando i suoi. I quali continuano però a sonnecchiare: al 17’ De Bruyne sbaglia una rifinitura in contropiede ignorando Tielemens solo davanti alla porta. Al 22’ pezzo di bravura di Hazard che, con l’aiuto di Tielemans, arma Batshuayi, il cui tiro viene murato dalla difesa canadese. Sembrano i sintomi di un cambio di registro, ma il Canada, guidato in mediana dal 39enne Hutchinson, non è d’accordo e tra il 31 e il 32’ si fa ancora vivo dalle parti di Courtois con David e Davies. Al 38’ il Belgio rischia ancora grosso: lo scatenato Johnston sfonda a destra e cade dopo un intervento di Witsel ma dopo un lungo controllo al Var l’arbitro fa proseguire lasciando molti dubbi Il Belgio in difficoltà si tira fuori dai guai al 44’: Batshuayi si avventa su un lancio dalla difesa di Alderweireld e punisce la difesa disattenta del Canada battendo Borjian con un tiro in diagonale. Canada colpito, ma non domato: in pieno recupero Buchanan non inquadra la porta a due passi da Courtois.

Il Canada rientra in campo per la ripresa con il piglio giusto: al 48’ bel cross di Eustaquio per la testa di David, che da posizione favorevole non trova la porta. Al 62’ Hazard, che sembra aver speso molto, non sfrutta un buon suggerimento di Trossard. Il Canada ci prova, ma rispetto alla prima frazione la manovra è più lenta e il Belgio, che affida a De Bruyne e Batshuayi il compito di pungere in avanti, cerca qualche contropiede. Fioccano sostituzioni e le due squadre sembrano perdere punti di riferimento.

Al 78’ Courtois, praticamente inoperoso per tutta la ripresa, disinnesca un colpo di testa centrale di Larin. All’83’ l’arbitro, incerto per tutta la partita, non espelle Johnston per un pericoloso fallo da dietro su Openda. Finale senza sussulti: il Canada si spegne e non ha più forza di andare a caccia di un pareggio che, però, avrebbe senza dubbio meritato

I commenti dei lettori