In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Staff Mantova ritorna in carreggiata, stesa la Fortitudo in emergenza

Avvio timido poi la partita è sempre in mano ai biancorossi: buona prova corale contro i bolognesi orfani di tre giocatori

Leonardo Bottani
2 minuti di lettura

Con una prova corale di livello la Staff riscatta lo stop di Rimini mettendo sotto una Fortitudo in emergenza per l’assenza di ben tre giocatori. Un Bologna tenuto in vita fino in fondo dall’ex Fantinelli, il migliore in campo.

Parte contratta la Staff che concede uno 0-5 sulla tripla del play ospite. Bologna sbaglia la bomba dello 0-8 e Cortese invece la azzecca poi Miles pareggia al 5’. Il capitano ci prende gusto e al 6’ lancia avanti i suoi sul 10-7. Mantova fa buona guardia dietro e in attacco fa girare bene la palla. Cortese si distingue anche come assistman mentre Criconia allo scadere della frazione centra la tripla che sigilla il tempo su un 19-14 inimmaginabile dopo i primi minuti. Frazione che porta la firma di Cortese (due triple e e 3 assist).

La seconda frazione si apre con Mantova ancora on fire, con una difesa sempre molto aggressiva che nei primi 3’ concede solo due liberi alla squadra ospite. I liberi invece di Veronesi lanciano sul 25-16 al 14’. Anche Thioune partecipa al lavoro in attacco ma in difesa è troppo aggressivo tanto da beccarsi ben tre falli in 3’ sedendosi in panchina. Miles tiene la Fortitudo a distanza (31-23 al 16’) e la difesa continua a pressare bene. Si sveglia Veronesi con la tripla del massimo vantaggio: 34-23 al 17’. Il secondo quarto si chiude nel segno del mastino biancorosso che con 5 punti in 2’ fa chiudere la prima metà di gara sul 44-33.

La guardia biancorossa al momento è il miglior marcatore dell’incontro con 12 punti interamente realizzati nel secondo quarto, frazione nella quale si è distinto anche per aver costretto gli avversari a ben 5 falli. Miles in buona forma (8 punti) a differenza del connazionale Ross (1 punto) schierato tuttavia solo 8’. Sul fronte difensivo, buona prova collettiva con Morgillo a quota 6 rimbalzi.

Al rientro in campo doccia fredda firmata dall’ex Cucci che, con due triple filate, accorcia le distanze. Per fortuna gli risponde subito Miles. Terza bomba di Cortese e finalmente arriva anche la tripla di Ross. Bologna cerca di reagire ma è solo Thornton, con Fantinelli che non riesce a trovare alternative per far male. Ma si deve anche considerare la buona difesa di casa. Al club delle triple si iscrive anche Palermo: 62-48 al 28’. Gioco da 4 di Ross (tripla e canestro su fallo) per il massimo vantaggio di 66-50 al 29’. Una cattiva gestione dei secondi finali del tempo consente agli ospiti di rosicchiare 4 punti: 66-54 alla sirena.

Ross grande protagonista della frazione con ben 11 punti. Gli ultimi 10’ si preannunciano bollenti con Panni che con una tripla porta a -7 e accende l’entusiasmo della curva bolognese. Ma Veronesi risponde subito poi Italiano perde la testa facendosi fischiare due tecnici che portano all’espulsione. La Staff, ragionando, continua a segnare: 78-61 al 34’ per il massimo vantaggio. La partita sembra in ghiaccio ma guai ad abbassare la guardia. E invece i biancorossi si siedono un poco, forzando il tiro (a vuoto) da fuori e concedendo un mini parziale di 0-5 che costringe coach Valli al timeout. Per fortuna esce per falli Cucci ma Bologna si rifa sotto a -7 e poi - 4 a 50’’ dalla fine. Incredibile: quasi gettato via un vantaggio di 17 punti. Ma un’entrata di Calzavara e i liberi di Ross sigillano una bella vittoria segnata nel finale dall’espulsione pure di Biordi che se la prende con Cortese.

I commenti dei lettori