In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Galaxy Z Fold2 5G, Samsung ci riprova con lo smartphone pieghevole

La nuova versione è più potente, più versatile, con un design riveduto e corretto. Sarà in vendita a partire dal 18 settembre allo stesso prezzo del modello precedente

2 minuti di lettura

Il Galaxy Fold, il primo smartphone pieghevole, è arrivato alla fine del 2019 dopo un avvio molto travagliato. Lo avevamo recensito, e non ci aveva convinto del tutto: troppo pesante, troppo fragile, troppo complicato. 

Samsung ha appena presentato la seconda versione, il Galaxy Z Fold2 5G, che mantiene finalmente quello che prometteva il primo modello (eccetto per il nome assurdamente complicato). Intanto il design è più elegante, con un display frontale che passa da 4.6 a 6.2 pollici, quanto un normale smartphone. Scompare il notch, che fa tanto 2018, grazie a una disposizione più razionale delle fotocamere. Il comparto fotografico principale ha tre sensori ed è molto simile a quello del Note 20 almeno nel design. I sensori non arrivano a 108 MP come nel Note 20, e non si ha notizia di zoom a 50X, però c’è una funzione utile come il tracciamento automatico del soggetto (Samsung lo chiama Auto Frame), che riconosce ad esempio se nell'inquadratura c’è una sola persona, due o tre, e fa in modo di riprenderle sempre tutte, allargando il campo finché serve. Ottimo per i produttori di contenuti video, che non hanno nemmeno bisogno di un treppiede: basta aprire il Fold, appoggiarlo su un lato e avviare le riprese. Altre due fotocamere sono alloggiate in piccoli fori al centro del display: servono per i selfie rispettivamente con l'apparecchio chiuso e aperto. 

Lo schermo principale è all'incirca quadrato, e questo un problema ad esempio con i video, dove la differenza con lo schermo frontale non è grandissima. Ma per leggere libri, consultare mail e siti web i 7,6 pollici del display non fanno rimpiangere un tablet. Secondo Samsung, è più luminoso del modello precedente, e soprattutto usa la stessa tecnologia di refresh variabile del Note 20, che passa da 1 a 120 Hz a seconda delle necessità, bilanciando al meglio la fluidità delle immagini e l’utilizzo della batteria. Per il resto è un vero top di gamma, con connessione 5G, ricarica wireless bidirezionale, 12 GB di Ram, 256 GB di archiviazione.

Ecco il nuovo Samsung Galaxy Z Fold 5G: la prova anteprima

 

La novità maggiore è nella cerniera, che riprende quella del Galaxy Z Flip: resiste fino a 200 mila piegamenti, dice Samsung, e a differenza della prima versione, si può aprire a ogni angolazione, non ha uno scatto fisso. Così si possono usare fino a tre app in multitasking, con il supporto per il drag and drop, oppure più finestre della stessa app, oppure ancora si può dividere lo schermo in due: da una parte il contenuto, dall’altra i comandi. Funziona con la fotocamera, ma pure con YouTube e altre applicazioni compatibili. 

Galaxy Z Fold2 5G si può prenotare online da oggi, e sarà in vendita dal 18 settembre nelle colorazioni Mystic Black e Mystic Bronze. Sul sito Samsung sarà possibile personalizzare la cerniera in quattro colori: Metallic Silver, Metallic Gold, Metallic Red e Metallic Blue. Il prezzo è elevato, ma immutato rispetto allo scorso anno, ed è in linea con la concorrenza: 2.049 euro. Certamente non diventerà un best seller, ma Galaxy Z Fold2 5G mostra ancora una volta l'impegno di Samsung nella ricerca del perfetto smartphone pieghevole. In attesa di una prova più approfondita, la sensazione è che segni un deciso passo avanti per usabilità rispetto al primo modello. Non è più un prototipo, ma un prodotto vero, per quanto non privo di difetti e scelte bizzarre.