Ecommerce

Apple non sarà obbligata a inserire i pagamenti esterni all'App Store. Per ora

La corte d’appello accoglie la richiesta della Mela: bloccata per il momento l’implementazione di metodi di pagamento alternativi gestiti dagli sviluppatori, non la comunicazione fra questi e gli utenti
2 minuti di lettura

Per il momento non se ne fa nulla: Apple non sarà obbligata a consentire metodi e canali di pagamento alternativi, gestiti da terze parti, sul proprio App Store. La corte d’appello del Tribunale del Distretto Nord della California ha infatti concesso una sospensione dell’ingiunzione che avrebbe prescritto al colosso questo passo. Cioè autorizzare, e implementare, i pagamenti in-app degli sviluppatori e di altre società nella sterminata raccolta di applicazioni distribuite attraverso il suo hub digitale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori