Spazio

Strane luci nel cielo del Nord Italia? Erano solo i satelliti di Starlink che andavano in orbita

Lanciati da SpaceX, hanno sorvolato la pianura Padana da ovest verso est: sono 53 e vanno a completare la rete di collegamento dell’azienda di Elon Musk
2 minuti di lettura

L’ultima volta che in Italia se n’era parlato così tanto online era l’aprile del 2020: eravamo nel pieno della prima ondata di coronavirus ed era pure la notte di venerdì 17, e non erano mancate le ipotesi più assurde su quello che era successo. Oggi come allora, però, niente di strano: quelle luci viste nel cielo l’altra notte lungo la pianura Padana erano solo la scia di alcuni satelliti della rete di Starlink che andavano in orbita.

Diversamente da quanto accaduto un paio d’anni fa, chi le ha notate non stava in Liguria ma fra Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli, da dove il volo dei satelliti è stato particolarmente visibile: come confermato su Twitter da SpaceX, l’azienda di Elon Musk che ha a che fare con le attività spaziali, erano 53 e sono andati appunto ad arricchire la rete di connessione a Internet fornita dall’azienda.

Dopo il lancio, avvenuto dalla base di Cape Canaveral, in Florida, il razzo che li ha portati in orbita è tornato sulla Terra ed è atterrato su una nave nell'oceano Atlantico.

twitter: l'annuncio del nuovo lancio di satelliti Starlink

Che cos’è la rete Starlink e come funziona

Il via libera al posizionamento dei satelliti di Starlink è arrivato nel 2018: attualmente nello Spazio ce ne sono poco meno di 2mila, Musk aveva chiesto l’autorizzazione a installarne quasi 4500, poi la richiesta è salita intorno a quota 30mila. Che sono più di tutti i satelliti attualmente in orbita intorno alla Terra messi insieme.

Scopo del progetto è velocizzare la connessione a Internet e anche portarla in zone del mondo dove non c’è e difficilmente potrà esserci: una persona invia un pacchetto di dati (un messaggio, una mail, un video, un gruppo di foto) a uno dei satelliti della rete Starlink attraverso le onde radio, poi il segnale passa da un satellite all’altro sino a raggiungere quello più vicino alla persona cui dev’essere consegnato, che potrà farne il download. Secondo quanto annunciato, la velocità di connessione dovrebbe essere tra i 100 e i 200 MB/s, con latenza a partire da 20 MS nella maggior parte delle località.

google trends: le ricerche di "starlink satelliti" nell'ultima settimana

Quanto costa usare Starlink (anche in Italia)

Come su Italian Tech spiegammo lo scorso maggio, il servizio è già accessibile anche nel nostro Paese. Non è molto economico, però: vanno messi in conto 644 euro per il kit iniziale (con le antenne tanto amate dai gattini), cui aggiungere 75 euro per l’imballaggio e la spedizione; poi si pagano 99 euro al mese per l’abbonamento.

Per chi ha possibilità di connettersi usando altri operatori, non ha molto senso scegliere Starlink. Diversamente, per chi abita in zone poco o per nulla coperte, l’azienda di Elon Musk resta fra le poche soluzioni disponibili per collegarsi alla Rete in maniera stabile e veloce.

Come vedere i satelliti volare in orbita

Nei prossimi mesi, i lanci di Starlink proseguiranno, e ci sono siti che permettono di seguirli praticamente dal vivo: per esempio, su findstarlink.com si può inserire la propria posizione nel mondo e sapere quando quelle strane luci saranno di nuovo visibili e anche consultare una mappa per vedere come si stanno muovendo i satelliti che sono già in orbita.