L’ipotesi

Le due ragioni per cui (forse) YouTube ci farà pagare per vedere i video in 4K

Le due ragioni per cui (forse) YouTube ci farà pagare per vedere i video in 4K
La piattaforma video di Google sta sperimentando una funzione che renderà a pagamento la risoluzione UHD. Ma forse solo sugli smartphone
1 minuti di lettura

Dove non sembrano essere arrivati i fastidiosi pop-up che invitano continuamente a “passare a Premium” e “provare Premium per un mese” e “attivare il periodo di prova”, potrebbe forse arrivare il 4K.

Secondo alcuni screenshot fatti circolare nei giorni scorsi prima su Reddit e poi su Twitter e riferiti all’app di YouTube per iOS, la piattaforma video di Google starebbe testando la possibilità di rendere la risoluzione UHD un’opzione a pagamento. Appunto riservata solo agli abbonati al servizio Premium.

Come si vede dalla schermata, quando si va a selezionare la risoluzione cui riprodurre il video, l’opzione 2160p (cioè il 4K) risulta bloccata e attivabile solo passando a Premium: nella pratica, signfica che senza pagare non si potrà salire oltre i 1440p, che è comunque solo HD. Google ci ha fatto sapere di non voler commentare queste indiscrezioni, dunque ancora non è chiaro se e quando la novità arriverà né se arriverà dappertutto o (magari) sarà solo limitata alla visione da smartphone. Che è una cosa che potrebbe anche avere senso, per ridurre il flusso di dati in uscita dai server di YouTube, che è in costante aumento man mano che cresce l’uso che le persone fanno della piattaforma.

D’altro canto, proprio l’utilizzo sempre più ampio che negli ultimi due anni si è fatto di YouTube (complice la pandemia e i lockdown) potrebbe avere spinto Google a cercare di aumentare i ricavi che arrivano dal sito, che già ha visto crescere notevolmente la presenza di annunci pubblicitari rispetto a 2019 e 2020. Sui social c'è anche chi ironicamente avanza ipotesi al limite dell'assurdo: "Immaginate se l'abbassassero tanto da farci tornare a vedere i filmati in 144p, come se fosse il 2010".

Quanto costa YouTube Premium

La risoluzione 4K è stata inserita in maniera diffusa da YouTube fra 2015 e 2016, prima per gli upload e poi anche per i contenuti in streaming, ma è solo nell’ultimo paio d’anni, complice anche la più ampia diffusione di televisori, monitor, computer (e pure smartphone) in grado di sfruttarla, che è diventata ormai quasi una presenza scontata.

In Italia, YouTube Premium comprende anche YouTube Music, costa 11,99 euro al mese (dopo un periodo di prova gratuito di 3 mesi), permette la visione di video senza pubblicità, anche in background e pure di farne il download.