TikTok: un terzo di tutti gli utenti di Internet usano questo social

TikTok: un terzo di tutti gli utenti di Internet usano questo social
(reuters)
Secondo l'ultima analisi di Social Media Trends 2022 l'ascesa "è indiscutibile"
2 minuti di lettura

Stando agli ultimi dati Audiweb disponibili, relativi ad aprile 2022, gli utenti unici mensili della piattaforma social di video brevi si sono attestati a circa 14,4 milioni. Pari a poco meno di un terzo (32.3%) di tutti coloro che hanno utilizzato Internet in Italia, e il 38% di chi ha utilizzato i social nel mese di aprile.

Secondo il rapporto Social Media Trends 2022 "La continua ascesa di TikTok è indiscutibile. La piattaforma offre una barriera d’ingresso così bassa quando si tratta di produrre contenuti video creativi e di piccole dimensioni, mentre offre l’opportunità di un’enorme portata organica e coinvolgimento". 

La presenza su TikTok diviene dunque sempre più un must per aziende, brand, enti e organizzazioni. Ma come ipotizzare una propria presenza sulla piattaforma social di video brevi e valutare i risultati ottenuti? A dare una risposta al quesito arriva il “TikTok Benchmark Report” che fornisce (richiede registrazione) buona parte delle metriche di riferimento grazie all’analisi di milioni di post da parte di centinaia di brand di dieci settori diversi.

I brand analizzati pubblicano mediamente 1,8 video alla settimana, ovvero circa 8 al mese. Ma il 25% dei brand più attivi arriva a pubblicare sino a cinque video a settimana e, per contro, un 30% pubblica meno di una volta a settimana. La frequenza di pubblicazione pare direttamente correlata alla dimensione per numero di follower dell’account. Gli account con più di 1 milione di follower pubblicano 3 o più volte a settimana. I brand dei media sono quelli con la maggior frequenza di pubblicazione con più di 4 video alla settimana. I settori meno attivi sono il non profit e food & beverage, che pubblicano poco più di una volta alla settimana (circa cinque video al mese).

I brand con tra 2mila e 1 milione di follower hanno un tasso di coinvolgimento medio per visualizzazione del 7.6%, quasi il 46% in più rispetto ai marchi che hanno tra 10mila e 50mila follower. Gli account più grandi, con oltre 1 milione di follower ciascuno, stanno raggiungendo un coinvolgimento per visualizzazione di quasi il 9%.

Le squadre sportive hanno una media di un tasso di coinvolgimento dell'11% per visualizzazione. Nella fascia bassa, i marchi di salute e bellezza, oggettistica per la casa e moda, che sono tutti al di sotto della media del rapporto del 5.8%. Mediamente un brand presente su TikTok ottiene circa 17,6 visualizzazioni ogni 100 follower per ogni video che pubblica. In generale, troviamo che maggiore è il numero di follower, minori sono le visualizzazioni per follower.

il tasso di coinvolgimento da parte dei follower per il marchio medio è del 4.1%.  Engagement rate che è 6 volte superiore a quello medio di Instagram e molto più di Facebook e Twitter. Circa il 33% dei brand guadagna un tasso di coinvolgimento da parte dei follower superiore all'8%, più del doppio della media. Dall’altro lato, un terzo dei marchi ha in media un tasso di coinvolgimento inferiore al 2%.

In media, i marchi con account più grandi vedono in media tassi di coinvolgimento più bassi da parte dei follower, come del resto avviene anche per le altre piattaforme social. Gli account con meno di 50.000 follower vedono i loro tassi di coinvolgimento medi superiori al marchio medio del 4.1%. Gli account più grandi, quelli con più di 1 milione di follower, vedono il loro coinvolgimento medio per video per follower arrivare a poco meno del 2%.

I marchi utilizzano gli hashtag per invogliare gli spettatori e per dare a TikTok un indizio su quali contenuti stiano per aumentare le possibilità di atterrare sull'ambito #FYP, "For You Page", ovvero la pagina dei "Per te".

I marchi includono in media circa quattro hashtag per video. I marchi tendono a un minor numero di hashtag, con solo il 34% dei marchi che include 5 o più hashtag nei propri video. Il 15% dei brand include uno o meno hashtag nei propri video. Insomma, le possibilità di fare un buon  lavoro in funzione dei propri obiettivi sono concrete e il report fornisce tutti i benchmark per valutare le proprie performance.