Quello che i libri, per fortuna, non fanno

Quello che i libri, per fortuna, non fanno

1 minuti di lettura

Ogni anno a Natale regaliamo libri. E’ un regalo facile: sono facili da incartare e costano poco rispetto a quello che promettono; e pazienza se il destinatario di solito non li legge, a volte li ricicla, altre li usa come fermacarte in libreria: il Natale è andato. E’ una moda, ce ne sono di peggiori. E quest’anno come andrà? Questo è stato l’anno dei lockdown, di Zoom e di Tik Tok, abbiamo passato più tempo davanti agli schermi dei pc e degli smartphone che con amici e genitori.

 

Deve essere per questo eccesso di esperienze digitali che a livello globale le vendite di libri di carta sono aumentate: nei primi nove mesi dell’anno negli Stati Uniti hanno registrato un sorprendente +6 per cento, tanto da far dire a qualcuno che la lettura, una buona lettura, è una sorta di “bene rifugio” durante una pandemia, qualcosa su cui investire.

 

Anche in Italia le cose sono andate benino, un grandissimo risultato visto che abbiamo una delle percentuali più alte del mondo di persone che non leggono neanche un libro l’anno: non ci sono dati ufficiali ma qualche grosso editore mi ha detto che in questo momento rispetto al 2019 siamo in pareggio, con una tendenza a un segno più da consolidare nei prossimi giorni. 

 

E voi dopo un anno di smart working, didattica e distanza e di genitori e amici visti su Zoom, regalereste qualcosa di digitale, da vedere su uno schermo, o un buon libro di carta?  Qualche giorno fa sul New York Times è apparsa questo appello a comprare libri come regalo di Natale che faccio mio. Dice: un libro non ti manda notifiche, non ti spia, non vende i tuoi dati al marketing, non ti interrompe con le ultime notizie, non ti ipnotizza con lo scrolling dello schermo in cerca di chissà cosa, non smette di funzionare durante una tempesta, non invade i tuoi occhi con luci azzurrognole che sopprimono la produzione di melatonina alterando il sonno, non ti interrompe quando stai già dormendo. E non vorreste condividere tutte queste cose meravigliose con le persone che amate? 

 

Insomma, quest’anno ancora di più, comprate libri di carta come regali di Natale e se proprio volete fare una azione coerente, non comprateli online ma nelle librerie del quartiere. E’ difficile da spiegare ma vi farà sentire subito meglio.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito