Non è mai troppo presto

Non è mai troppo presto
(afp)
1 minuti di lettura

C'è qualcosa di irresistibile nella scelta di Jeff Bezos di portare con sé e con l'amato fratello l'82 enne Wally Funk nel primo viaggio da turisti spaziali. E' garantito che il prossimo 20 luglio saremo tutti con la mente e con il cuore lì, in Texas, per la partenza del razzo di Blue Origin. Undici minuti fra le stelle che basteranno a far entrare nella storia Wally Funk che aveva provato ad entrare alla Nasa oltre mezzo secolo fa, all'inizio degli anni 60, ma le fu detto no "perché donna". L'elenco delle donne nello spazio è lungo, parte con la russa Valentina Tereshkova nel 1963 e finisce se vogliamo con la nostra Samantha Cristoforetti che sta per tornare sulla Stazione Spaziale con il ruolo di comandante. Ma ovviamente nessuno ci è mai andato ad 82 anni.

La scelta è irresistibile perché ci dice molto sulla società in cui viviamo. Una società in cui il famoso slogan non è mai troppo tardi si applica sempre più spesso. Abbiamo una cantante, bravissima, di 78 anni in testa alla classifica delle canzoni più ascoltate e cantate dell'estate. La stessa età del presidente degli Stati Uniti che magari inciampa ogni volta che deve fare le scalette dell'Air Force One, ma per il resto se la sta cavando piuttosto bene. Insomma abbiamo i nonni al potere e questo è il regalo più bello che la scienza e la tecnologia potessero farci.

E non è finita: i primi vaccini anti-covid sono stati realizzati con una tecnica nuova che consentirà di contrastare altre malattie, allungarci la vita e migliorarne la qualità. Tutto ciò è meraviglioso, ma quando oltre a dirci non è mai troppo tardi, sapremo dire anche non è mai troppo presto? Quando troveremo il modo di fare largo ai giovani?

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito