Il nuovo slogan di Facebook (cioè di Meta)

Il nuovo slogan di Facebook (cioè di Meta)
1 minuti di lettura

Nel suo complicato e comprensibile tentativo di cambiare l’immagine del gruppo Facebook, ormai Meta, Mark Zuckerberg continua a cambiare le parole. Le parole sono importanti, definiscono chi siamo e in un'azienda indicano dove vogliamo andare, quali sono i nostri valori.

Quando Steve Jobs scelse lo slogan “Think Different”, cioè "Pensa in maniera diversa, non omologarti", diede una identità fortissima alla Apple degli inizi, che sfidava imprese molto più grandi e consolidate. E quando Google debuttò in Borsa qualche anno dopo, fece una bandiera dello slogan "Don’t Be Evil", non essere cattivo, presentandosi appunto come un'azienda delle fiabe, dove tutti erano buoni. La cultura di Amazon è tutta racchiusa nel motto "Work Hard. Have Fun. Make History". Ovvero: Lavora duro, divertiti e fai cose memorabili. Più credibile di quello che a un certo punto ha circolato, che indicava l’azienda di Bezos come il posto di lavoro più sicuro della Terra.

A Facebook era rimasto attaccato il motto con cui Zuckerberg era partito, "Move Fast and Break Things", cioè muoviti in fretta e rompi le cose, ritirato quando si era scoperto che fra le cose rotte dal social network c’erano anche la coesione sociale e la fiducia nelle istituzioni. Ora Zuckerberg prova a ripartire da parole nuove: i dipendenti del gruppo si chiameranno Metamates, compagni di Meta; il flusso delle notizie che vediamo sarà soltanto un flusso, un Feed, senza più la parola News, visto il proliferare di quelle fake. E per gli slogan Zuckerberg ha proposto “Live in the future”, vivi nel futuro. Che sta tra la fantascienza e la fuga dal presente. Costruire un mondo migliore deve essere sembrato troppo ambizioso.