Hp rileva Poly e punta sui dispositivi per il lavoro ibrido

Hp rileva Poly e punta sui dispositivi per il lavoro ibrido
L’operazione, del valore complessivo di 3,3 miliardi di dollari, porterà a sinergie pari a 500 milioni entro il 2025. Il mercato in cui opera la società nata nel 2019 dalla fusione di Plantronics e Polycom ha grandi margini di crescita
2 minuti di lettura

Hp ha impresso una decisa accelerazione allo sviluppo di soluzioni di lavoro ibride grazie all’acquisizione di Poly. La società nata dalla fusione delle attività di Plantronics e di Polycom nel 2019 è stata rilevata in un’operazione dal valore complessivo di 3,3 miliardi di dollari, che prevede il pagamento di 40 dollari per azione. Il take-over verrà finanziato con una combinazione di liquidità già disponibile e nuovo debito.

Poly si occupa di soluzioni di videoconferenza, fotocamere, cuffie, voce e software, un settore che sta facendo registrare un forte domanda in seguito all’adozione del lavoro ibrido da parte di moltissime aziende. Dispositivi abilitanti sono necessari non solo per il lavoro da casa, ma anche per la riconfigurazione degli uffici che non prevedono più postazioni fisse e fanno ampio ricorso all’uso delle sale riunioni. Le previsioni parlano di una domanda che dovrebbe triplicare entro il 2024.

Hp prevede di poter realizzare sinergie per 500 milioni di dollari entro il 2025 e di accelerare la crescita dei ricavi di Poly a un Cagr (compounded average growth rate, crescita media annua) di circa il 15% nei tre anni successivi alla chiusura dell’operazione, prevista per la fine del 2022. Hp prevede inoltre che la transazione migliorerà i margini operativi di Poly di circa sei punti percentuali rispetto ai livelli attuali entro il 2025, grazie a operazioni di efficientamento nella supply chain, nella produzione e nelle spese generali.

“La forte crescita del lavoro ibrido crea un'opportunità unica per ridefinire il modo in cui viene svolto il lavoro - afferma Enrique Lores, presidente e amministratore delegato di Hp - La combinazione di Hp e Poly crea un portafoglio leader di soluzioni di lavoro ibride in mercati vasti e in crescita. La forte tecnologia di Poly e la sua forza lavoro altamente qualificata aiuteranno a guidare una crescita profittevole sul lungo termine, mentre continuiamo a costruire una Hp più forte”.

Le periferiche rappresentano un segmento da 110 miliardi di dollari, in crescita del 9% annuo, guidata dalla necessità di esperienze più coinvolgenti. Le soluzioni per la forza lavoro vantano invece un giro d’affari pari a 120 miliardi di dollari in crescita dell'8% all'anno, sulla spinta degli investimenti in servizi digitali effettuati dalle aziende per configurare, gestire e proteggere ecosistemi It più distribuiti.

“Sono entusiasta dell'opportunità che l’acquisizione da parte di Hp rappresenta per Poly e per i suoi dipendenti, partner e clienti - aggiunge Dave Shull, presidente e amministratore delegato di Poly - La combinazione delle due società ci offre l'opportunità di realizzare economie di scala, raggiungendo nuovi mercati e canali, potenziando la nostra innovazione con un partner che la pensa allo stesso modo. Questa transazione offre un valore attraente e certo per i nostri azionisti e parla del duro lavoro svolto dai nostri team per diventare un leader riconosciuto nell'aiutare le aziende di tutto il mondo ad affrontare le sfide di un profondo e sotto certi aspetti drammatico cambiamento del modo in cui le persone lavorano”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito