Il ritratto di Jack Kerouac sul muro di Bortolino

Domani Kampa inaugura l’opera realizzata per l’amico Roberto, proprietario dell’osteria di Viadana

Certe cose accadono solo quando passione per l’ arte e amicizia diventano tutt’ uno. E attualmente Viadana ne è il palcoscenico grazie all’amicizia che da decenni lega Roberto, proprietario del famoso ristorante “da Bortolino” con il visual artist Flavio Campagna (Kampa). In nome di quest’ amicizia decennale è comparsa una meravigliosa opera di Street Art sulla facciata dell’ ostello di Bortolino. Si tratta del ritratto dello scrittore americano Jack Kerouac, padre del movimento della Beat Generation, che scrisse “On the road” (sulla strada) realizzato con stencil e bombolette spray. La scelta ha forti motivazioni, in primis i forti ideali dei due amici che hanno vissuto assieme in passato all estero assaggiando il “vagabondare” per le meraviglie del mondo che tanto ispirò Kerouac; senza dimenticare che l’opera sta nascendo sulla facciata dell’ ostello, simbolo per eccellenza del viaggiatore. L’opera sarà inaugurata domani, in occasione dell’anniversario dei 18 anni di Bortolino. Flavio è tornato apposta da Los Angeles, dove vive da anni, per realizzare il Jack destinato a diventare nel futuro prossimo uno dei simboli di Viadana. L’ artista è molto celebre anche per il murales realizzato a Venice Beach di Abbot Kinney (fondatore della Venezia californiana). Ma Flavio è un artista dalle mille sfaccettature, nasce come grafico all’ istituto d’ arte Toschi di Parma, ma diventa presto cittadino del mondo lavorando in posti come Londra, Usa, Australia e Bali ma soprattutto realizzano lavori diversi l’uno dall’ altro. Nel corso degli anni ha realizzato: un video per gli U2, sigle televisive a Hollywood, diretto spot per le agenzie pubblicitarie più importanti al mondo, diretto la sigla ufficiale dei giochi di Sidney 2000, ricevuto un Emmy dopo avere realizzato una sigla per la Abc e infine ha lavorato al fianco di Ridley Scott per il film Black Hawk Down.

La realizzazione dell’opera viadanese è sulla pagina facebook Viadangeles che gestisce Flavio assieme all’ amico Nicolas Lombardi. Idea nata durante un recente viagggio di Nicolas negli Usa ,ospite da Flavio, (la cui prima opera è appunto il “Jack Kerouac”).che il giovane sta vegliando passo a passo con l’artista tra bombolette spray, stencyl , sole e pioggia( grandine per la precisione), e infine la Gru. E trattasi sicuramente solo dell’ inizio di un’ avventura che porterà un po’ d’arte del mondo nella Bassa. (Per maggiori informazioni il sito dell’ artista : http://www.kampah.com/)

Alessia Lodi Rizzini

Video del giorno

Roma, Conte litiga con un contestatore: "Vada al banchetto della Lega e chieda dei 49 milioni"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi