In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

L’abbraccio della città alla Rotonda di San Lorenzo

Intorno al monumento una lunga striscia con i nomi di tutti i sottoscrittori. Per completare il recupero altri interventi per 80 mila euro

1 minuto di lettura

Una lunga striscia di carta abbraccia da martedì la Rotonda di San Lorenzo. Il rotolo riporta i nomi dei 4337 sottoscrittori della campagna "Adotta un mattone" che ha visto raccogliere in due anni e mezzo quasi 165 mila euro necessari per finanziare i lavori di restauro del tetto e degli esterni.

«La campagna si prefissava di raccogliere 150 mila euro, i lavori hanno sforato un po' i preventivi e quindi è rimasta una piccola dote di poco più di 4 mila euro - ha detto Rosanna Golinelli, ideatrice della campagna con il fratello Amerigo Berto, ingegnere progettista dell'intervento e presidente dell'associazione per i Monumenti domenicani che ha in concessione dal Demanio la gestione della Rotonda -. Quindi abbiamo ritenuto di procedere con altri interventi per completare il recupero».

Tre sostanzialmente sono ancora i lavori da effettuare, per un ammontare complessivo di 80 mila euro, già autorizzati dalla Sovrintendenza e in attesa di autorizzazione da parte del Comune (il nome di chi sosterrà la raccolta sarà inciso su un cordolo del sagrato). «Si tratta del consolidamento dei muri dei due bracci laterali alla scalinata, attaccati da muschi e licheni, da mettere entrambi in sicurezza, del rifacimento del sagrato, molto ammalorato dalle gelate degli inverni scorsi e della realizzazione di due rampe per consentire l'accesso ai disabili - ha detto l'ingegnere progettista -. Quindi, i lavori continueranno nei prossimi mesi».

L'annuncio è stato dato in occasione della cerimonia di consegna dell'elenco dei sottoscrittori, insieme con il progetto di restauro, a Daniela Ferrari, direttrice dell'Archivio di Stato, a monsignor Giancarlo Manzoli, direttore dell'Archivio Diocesano e a Cesare Guerra, responsabile dell'Archivio Storico Comunale, affinché venga conservata la memoria del diffuso coinvolgimento cittadino.

L'incontro è stato aperto dai saluti del sindaco Nicola Sodano, dell'assessore regionale Paola Bulbarelli e dal vice presidente della Regione Lombardia Mario Mantovani. «E' di grande soddisfazione per la città questa operazione meravigliosa per due motivi - ha detto il sindaco -. La prima è la sostanziale novità della campagna e il suo successo che ha evidenziato il senso di appartenenza dei cittadini visto il loro coinvolgimento, la seconda che questi lavori hanno dato il via al grande intervento di tutti gli edifici affacciati sulla piazza Erbe, ancora in corso». Per continuare a sostenere i lavori di restauro della Rotonda di San Lorenzo è possibile rivolgersi ai volontari che si occupano dell'apertura del monumento o alla segreteria dell'associazione a Casa Andreasi, in via Frattini 9, telefonando ai numeri 0376 322297, 347 2399114 o 333 9208885 o consultando il sito www.casandreasi.it.

Paola Cortese

I commenti dei lettori