La ballerina sul pianoforte incanta le piazze cittadine

Prove generali per la manifestazione degli artisti di strada del 2 e 3 maggio 2015. E un Riccardo Braglia-Enrico VIII guida alla scoperta dei segreti dei palazzi

Due eventi sulla strada per preparare il terreno alla seconda edizione del Festival internazionale degli artisti di strada. Un’anteprima molto partecipata, quella andata in scena nella giornata di lunedì 8 dicembre nelle piazze e nei luoghi storici della città, organizzata da Famille de la Rue e Arte dell’Assurdo, presieduta da Annalisa Venturini.

In tre riprese, una volta al mattino e due volte nel pomeriggio, chi si è trovato a passare per le piazze del centro è rimasto incantato dallo spettacolo di un bianco pianoforte a coda munito di ruote, con un pianista in costume settecentesco (Mauro Grassi) e, legata a un paletto, in piedi sullo strumento, una ballerina in tutù (Francesca Ciccone) che danzava, carillon umano, sulle note di Ludovico Einaudi. Protagonista della performance la compagnia Italento, della quale il Carillon è proprio la proposta più famosa. E per le strade di Mantova nessuno ha mancato di scattare fotografie o di girare un video alla processione musicale con l’eterea ballerina.

Ballerina sul piano ed Enrico VIII in città

Un itinerario alla scoperta di palazzi noti e meno noti ma, in ogni caso, di segreti e curiosità ad essi legati, ha visto invece protagonista lo storico e critico Riccardo Braglia, per l’occasione nelle vesti del re d’Inghilterra Enrico VIII. “Teatranti e cortigiani”, che verrà ripetuto sabato 13 dicembre alle 15 (info e prenotazioni info@artedellassurdo.it) con partenza dalla Rotonda di San Lorenzo, è un tour in sette tappe, nel corso delle quali Braglia illustra i luoghi toccati, a volte inaccessibili al pubblico, raccontando aneddoti tra visioni insolite e camei musicali. Ieri la partenza è avvenuta dalla Loggia del Grano, dopo il saluto del sindaco Nicola Sodano e dell’assessore Enzo Tonghini.

Il lungo tragitto ha visto le visite al Teatro Bibiena e alla sala Piermarini (Un’imperatrice per tutte le stagioni), al teatrino di Palazzo d’Arco (La contessa e i suoi gatti), il Teatro dei Vigili del fuoco con visita alla Torre di Sant’Alò o Torre Nuova (La locandiera dei Vigili del fuoco), la Casa torre Castiglioni (Il cortigiano e la marchesa), Palazzo Valenti Gonzaga (Un cardinale per tutte le stagioni), Corte vecchia e Corte nuova (Tutte le donne del Principe). Prima tappa, ieri, la Casa del mercante Boniforte da Concorezzo, con la caratteristica facciata in cotto. Mirabile l’interno della casa-bottega, con l’arco a sesto acuto che sostiene la Torre del Salaro e l’interno della torre stessa, con un’originale cassaforte quattrocentesca.

Il Festival internazionale degli artisti di strada si svolgerà a Mantova il 2 e 3 maggio del prossimo anno.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Successo per la Buratto e Ocm al Sociale di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi