Con il Premio Kramer il grande jazz torna a Rivarolo

Un momento della serata (foto Bassi)

In 250 persone hanno partecipato alla serata musicale che ha visto sul palco Enrico Intra ed Emilio Solana

RIVAROLO MANTOVANO. L'applauso di tanti appassionati di jazz  alla prima esecuzione di Enrico Intra col suo Time Tai Chi , ha fatto subito capire che grazie al Premio Kramer era tornata a Rivarolo la grande musica. Interpreti d'eccezione sono stati con lui l'insostituibile Emilio Soana e il trio Beccalossi, Guiducci e Bombardieri. Certo anche la parte rivarolese ha entusiasmato col maestro Carlo Brunelli e con la giovane promessa del suo allievo di prima media Tiziano Lorenzetti.

Premio Kramer a Rivarolo

Ma il momento clou della serata per le 250 persone che assiepavano il giardino della Cassa Rurale non poteva che essere quello con Enrico Intra, premio Kramer 2015. Il maestro milanese, introdotto da Roberto Biaggi degli Amici del jazz di Mantova, ha esordito simpaticamente da autentico padrone dei palcoscenici, per soffermarsi sul suo rapporto con Kramer. Poi appunto il suo pezzo «che non è di Kramer ma che gli sarebbe piaciuto». Ha chiamato accanto Soana «prima tromba delle grandi orchestre» per duettare insieme in primis con i pezzi di Kramer "Donna", "Tomorrow night", "La mia donna si chiama desiderio". Ma non è finita, via al giro blues di "Now the times" coi virtuosismi non solo del pianoforte di Intra e della tromba di Soana, ma anche della fisarmonica di Beccalossi, della chitarra di Guiducci, del sassofono e clarinetto di Bombardieri con la gente incitata dallo stesso Intra a battere il tempo con le mani.

insomma un grande momento che ha preceduto la consegna ad Enrico Intra del Premio Kramer 8^ edizione condotta dalla presidente della Fondazione Sanguanini Alessia Bongiovanni e da Roberto Biaggi. Il trio Beccalossi-Guiducci-Bombardieri ha aperto la serata con Domenica è sempre Domenica di Kramer e ha chiuso con Pippo non lo sa passando tra tante esecuzioni jazz e senza disdegnare, con classe, il folklore. Nella parte rivarolese il giovanissimo Lorenzetti ha eseguito Allevi e Einaudi.

Brunelli ha incantato con alcuni pezzi come "My way" di Sinatra e il suo "Lassù". Dopo aver suonato in mezzo mondo all'estero, Brunelli, amico di Kramer, è tornato a Rivarolo e ieri sera il sindaco Galli gli assegnato l'encomio solenne per come «L'attività, l'ingegno, la dedizione profusi nel campo della musica con particolare riferimento alle giovani generazioni abbiano significativamente contribuito al prestigio e alla valorizzazione della comunità rivarolese». (a.p.)

Video del giorno

Atletica, veloce come un'automobile: l'allenamento del campione europeo dei 60 metri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi