Chiusa con oltre 14mila visitatori la mostra di Patrick Moya

Si è conclusa domenica con il raggiungimento di un numero di visitatori superiore ai quattordicimila (14.281) la mostra dell’artista francese Patrick Moya nelle Cantine di Vincenzo Gonzaga

MANTOVA. Si è conclusa domenica con il raggiungimento di un numero di visitatori superiore ai quattordicimila (14.281) la mostra dell’artista francese Patrick Moya, intitolata “Il laboratorio delle metamorfosi” e in corso dall’11 marzo negli spazi delle Cantine di Vincenzo Gonzaga, in Palazzo Ducale.

La rassegna, organizzata dall’associazione Moz-Art (Arte Contemporanea) - in collaborazione con il complesso museale Palazzo Ducale di Mantova, con il concorso della Galleria Centro Steccata di Parma e della Società per il Palazzo Ducale di Mantova - e curata da Sergio Pajola e Florence Canarelli, ha ricevuto ieri mattina la visita del sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, che ha posato assieme a Pajola e Gianpiero Baldassari (presidente della Società per il Ducale) con una famiglia di Brescia che si è aggiudicata la litografia messa in palio per il visitatore numero 14mila. I pittoreschi e colorati avatar dipinti dall’artista francese, che ha anche decorato la discesa da piazza Paccagnini a piazza Santa Barbara, sono stati quindi molto apprezzati, così come la performance che ha visto Moya dipingere davanti a un folto pubblico un vecchio furgone bianco costruito nella Ddr.

Video del giorno

Patrick Zaky, nel tribunale di Mansoura subito dopo l'annuncio del suo rilascio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi